Meglio un sacerdote “amicone” che asseconda… o un sacerdote che fa prendere coscienza del proprio peccato?

Emanuele Scotti, di cui abbiamo già pubblicato un’edificante testimonianza, (clicca qui) è membro di “Sposi per sempre”, una comunità di sposi separati che decidono di rimanere, malgrado tutto, fedeli al proprio coniuge. 

Scotti ci offre una piccola riflessione. 

E’ breve, ma dice tutto. 

Ieri sera un vecchio amico separato di una città che non dico mi ha chiamato e abbiamo fatto una lunga chiacchierata.

Lui non ha mai preso in considerazione la fedeltà, e ha avuto nel tempo varie storie.

Da alcuni anni convive con una donna, assieme alla quale – mi dice – stanno facendo un percorso di coppia con un sacerdote amico.

Bisognerebbe essere contenti: se si cerca Dio, chi sono io per giudicare?.. Eppure, tremo.

Sì, tremo perché oggi è più facile trovare una guida d’anime che ti fa prendere coscienza del tuo peccato e ti conduce in un cammino di vera conversione, o un amicone che si accontenta della tua “ricerca”, delle tue “domande”, della tua “inquietudine” (parole d’ordine che qualificano oggi il cristiano “adulto”) e in breve ti darà la patente di piena reintegrazione nella comunità ecclesiale concedendoti una sacrilega comunione?

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

2 Comments on "Meglio un sacerdote “amicone” che asseconda… o un sacerdote che fa prendere coscienza del proprio peccato?"

  1. Beati quei sacerdoti, spesso scomodi, che ti fanno prendere piena coscienza del peccato, che ti spiegano, che chiedono, che ti aiutano a scavare dentro. Tanto dolore e tanta pazienza, ma essi sono assai rari. Magari non ti danno nemmeno l’assoluzione se non sei veramente contrita ! Gli amiconi invece abbondano, con loro fai veloce, ti porti la lista della lavandaia ed esci dal confessionale un poco alleggerita, un poco più serena, ma … triste ! dimenticavo, loro ti assolvono anche se non c’è contrizione, ma sono in linea con i tempi !

  2. condivido in pieno il commento di Anna, d’altra parte,come si dice: “il pesce puzza dalla testa”ossia: con il papa(?) che ci ritroviamo…cosa aspettarsi? incontrare un vero prete fedele alla Parola di Cristo Re, oramai è come una mosca bianca.
    sia lodato Gesù Cristo

Leave a comment

Your email address will not be published.


*