18 agosto 1928 nasce Luciano De Crescenzo: pessima la sua “filosofia”, ma c’è un aneddoto di buon senso che vale la pena ricordare

Rubrica a cura di Corrado Gnerre


Non siamo affatto d’accordo con le convinzioni “filosofiche” di un autore come Luciano De Crescenzo, convinzioni chiaramente sofistiche e relativiste, ma c’è una scena molto bella in un film che riproduce un suo romanzo, Il mistero di Bellavista.

Due sempliciotti napoletani, un netturbino ed un disoccupato, vanno a visitare una mostra di arte contemporanea dove tra le tante “opere” è esposta una scultura fatta semplicemente con un water e il relativo sciacquone.

Sorge subito una disputa fra i due. Il netturbino giudica la scultura una grande opera, originale e significativa; il disoccupato invece, per nulla convinto, la giudica una grande sciocchezza: che significa una scultura fatta in quel modo?

Non sapendo risolvere la questione, decidono di andare dal professor Bellavista, loro amico e docente di filosofia in pensione. Questi risolve la questione sofisticamente e relativisticamente dicendo che l’uomo è misura di tutte le cose per cui per il netturbino quella scultura è davvero arte, per il disoccupato no.

Quest’ultimo però rimane un po’ interdetto. Dinanzi alle parole dell’esperto professore non sa cosa dire, ma non è convinto. Ad un certo punto gli viene un argomento: “Sarà anche come voi dite, ma io voglio farvi una domanda. Immaginiamo che questo museo d’arte contemporanea venga ritrovato sotto le macerie tra mille anni. Quando troveranno quella scultura, diranno: “abbiamo trovato una scultura, oppure abbiamo trovato il cesso del museo?”

Ecco il buon senso. Un’opera d’arte che voglia davvero essere opera d’arte non può non farsi ri-conoscere come tale.


Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

Be the first to comment on "18 agosto 1928 nasce Luciano De Crescenzo: pessima la sua “filosofia”, ma c’è un aneddoto di buon senso che vale la pena ricordare"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*