5 ottobre – mese del Rosario …il Rosario, tesoro dei Santi

da Il Santo Rosario e i Santi di padre Stefano Maria Manelli

Coloro che più di tutti hanno capito, amato e venerato il Rosario come “dono di Maria” sono stati i Santi.

Nel corso dei secoli, essi hanno amato il Rosario con amore di vera predilezione, collocandolo al posto d’onore accanto al Tabernacolo e al Crocifisso, accanto al Messale e al Breviario.

Troviamo il Santo Rosario sul tavolo di lavoro di Dottori della Chiesa come san Lorenzo da Brindisi, san Pietro Canisio, san Roberto Bellarmino, santa Teresa di Gesù, san Francesco di Sales, sant’Alfonso Maria dei Liguori.

Lo troviamo fra le mani di apostoli ardenti come san carlo Borromeo, san Filippo Neri, san Francesco Saverio, san Luigi Grignon di Monfort, e tanti altri; lo troviamo al collo di Fondatori come sant’Ignazio di Loyola e san Camillo de Lellis; di Sacerdoti come il santo Curato d’Ars e san Giuseppe Cafasso; di Suore come santa Margherita, santa Bernadetta, santa maria Bertilla; di giovani come san Stanislao Kostka, san Giovanni Berchmans e san Gabriele dell’Addolorata.

Da san Domenico a santa Maria Goretti, da santa Caterina a san Massimiliano Maria Kolbe, a san Pio da Pietrelcina; ai servi di Dio Giacomino Gaglione e don Dolindo Rutolo…

Se vogliamo amare il Rosario nel modo più puro e più gradito alla Madonna, dobbiamo andare alla scuola dei Santi, che sono i figli prediletti della Madonna.

Essi hanno tanto amato tanto il Rosario ed essi ci assicurano, con santa Teresina, che “non c’è preghiera più gradita a Dio del Rosario“.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "5 ottobre – mese del Rosario …il Rosario, tesoro dei Santi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*