La Borraccia per il 28 ottobre

Tra gli strumenti di un cammino vi è la borraccia con cui portarsi dietro dell’acqua per idratarsi. Fuor di metafora, ne Il Cammino dei Tre Sentieri la “Borraccia” è la meditazione. I vari punti sono i “sorsi” della meditazione.

(237)

L’ACQUA

“Hai amato la giustizia e odiato le cose perverse, perciò il Signore, tuo Dio, ti ha unito tra le tue compagne con l’olio della gioia.”

(Salmo 44)

I SORSI

1

Cari pellegrini, un cibo senza olio rischia di essere immangiabile. L’olio, alle pietanze, non dà tanto il sapore, questo è compito del sale, quanto le rende morbide al palato.

2

La morbidezza è ciò che si adatta bene al reale. Una coperta morbida, una camicia morbida, non solo sono facilmente sopportate dalla pelle, ma addirittura il loro contatto diviene piacevole, costituisce un di più, un qualcosa che si desidera.

3

Il Salmista dice che Dio, volendo premiare una scelta giusta, ovvero l’amore per la giustizia e l’odio per le cose perverse, cioè per il peccato, dona come ricompensa “l’olio della gioia“.

4

Dunque, c’è questa parola, “olio“, che richiama il concetto di “morbidezza” di cui sopra.

5

Lewis Carrol (1832-1898) scrive in Alice nel paese delle meraviglie: “Mi chiedo se la neve ama gli alberi e campi, che li bacia così dolcemente. E li copre come una morbida trapunta bianca; e forse dice “Andate a dormire, cari, finché non arriva l’estate di nuovo.”

6

In queste parole si esalta il concetto di morbidezza della neve e si aggiunge che la morbidezza serve a vivere meglio la durezza dell’inverno. E’ appunto la funzione che svolge la  coperta morbida che ci avvolge nelle notti fredde per meglio conciliare il nostro sonno.

7

Torniamo al Salmo: Dio dona l’ “olio che dà gioia“. In questo caso è la possibilità di ammorbidire ciò che è duro.

8

Cari pellegrini, se siamo capaci di rispondere alla vocazione di Dio, se siamo capaci di amare la “giustizia“, ovvero di fare ciò che Dio ci chiama a fare, di conformarci alla sua volontà, che è atto di profonda giustizia perché noi siamo creature e Lui è il Signore, se siamo capaci di questo, Dio ci donerà l’ “olio che dà gioia“.

9

Ovvero non sparirà certo la durezza della vita, ma tale durezza non resterà impietosa e insopportabile: sarà ammorbidita!

10

Talmente ammorbidita da divenire confortevole. Più confortevole di qualsiasi umano conforto. Tant’è che Chesterton (1874-1936) dice ne L’osteria volante: “Gli aghi di Dio sono più soffici dei tappeti degli uomini”.

Al Signore Gesù

Signore, la vita senza di Te è solo durezza.

La vita senza la Speranza della Tua Croce, si spezzerebbe impietosamente dinanzi a qualsiasi umano sforzo.

Tu solo rendi la vita morbida nel suo destino.

Alla Regina dello Splendore

Madre, non c’è morbidezza più grande della tua presenza.

Il divino Bambino reclinava il capo sul tuo petto e trovava serenità, pace e conforto.

Anch’io voglio vivere sempre insieme a Te …per trovare la stessa serenità, la stessa pace e lo stesso conforto.

Madre, accompagnami nel cammino di questo giorno.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Share on:

Be the first to comment on "La Borraccia per il 28 ottobre"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*