Bisaccia n.56

Tra gli strumenti di un cammino vi è la bisaccia, una borsa con cui poter portare il piccolo necessario; non certo il pasto che i pellegrini chiedevano e chiedono agli ostelli, ma qualche semplice e piccolo boccone per sostenere il passo. Fuor di metafora, ne Il Cammino dei Tre Sentieri la “Bisaccia”  è un insegnamento della sapienza naturale con cui poter sostenere il passo dell’esistenza e confermare la scelta della bellezza della Verità Cattolica. 

56

“La fortuna che a molti dà troppo, non dà abbastanza a nessuno”

Marziale (40-104 d.C.) – Epigrammi, XII, 20

Cos’è la Fortuna? Il caso.

Tant’è che essa veniva rappresentata come cieca. La Fortuna colpisce dove colpisce e benefica dove benefica. Tutto senza un senso preciso, senza un ordine, senza una logica.

Il poeta latino Marziale dice una banalità: c’è chi beneficia della Fortuna, e c’è invece chi dalla Fortuna non è assolutamente beneficato. Affermazione scontatissima e perfino banale.

Ma poi Marziale aggiunge un altro concetto, questo sì interessante: la Fortuna non dona mai abbastanza. Cioè: anche coloro i quali vengono beneficati dalla Fortuna, da essa non sono mai soddisfatti pienamente.

Con ogni probabilità Marziale si riferisce ad un dato psicologico indiscutibile, e cioè che l’uomo è incontentabile. per cui, anche quando gode di un beneficio o di un dono inaspettato, tende sempre a desiderare di più e quindi a non accontentarsi mai.

Ma c’è un altro significato che si può dedurre dalle parole di Marziale. Un significato che è ancora più interessante e vero. La Fortuna non dà mai abbastanza perché la sua ragione di esistere è una non-ragione.

Chi crede nella Fortuna, non può rallegrarsi, ma solo intristirsi.

Perché la Fortuna cieca è ciò che dicevamo prima: è la negazione del senso, della logica e dell’ordine.

E’ la negazione di un Dio-Amore.

E’ la negazione della Provvidenza.

Negando questo, l’uomo rimane solo. Rimane insoddisfatto.

Rimane solo un …un misero colpo di fortuna!

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

 

Share on:

Be the first to comment on "Bisaccia n.56"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*