“La vita è una grande avventura verso la luce” (Paul Claudel)

Rubrica a cura di Corrado Gnerre


Tra gli strumenti di un cammino vi è la bisaccia, una borsa con cui poter portare il piccolo necessario; non certo il pasto che i pellegrini chiedevano e chiedono agli ostelli, ma qualche semplice e piccolo boccone per sostenere il passo. Fuor di metafora, ne Il Cammino dei Tre Sentieri la “Bisaccia”  è un insegnamento della sapienza naturale con cui poter sostenere il passo dell’esistenza e confermare la scelta della bellezza della Verità cattolica. 


La vita è una grande avventura verso la luce

(Paul Claudel)

Chi può negare che la vita sia un’avventura? Solo lo stolto.

Chi può negare che la vita richieda l’impegno del rischio? Solo lo stolto.

Chi può negare che si vive non sapendo cosa accadrà dopo un attimo? Solo lo stolto.

Eppure se nessuno può essere certo di ciò che accadrà anche solo dopo un attimo, tutti possono essere certi di cosa ci sia dopo la vita.

C’è una Luce che attende.

C’è una Luce che chiede di essere accolta.

Ma anche su questo lo stolto è pronto a negare e così fa la scelta di brancolare nell’oscurità più opprimente.

Lo stolto sceglie l’affanno piuttosto che la pace, l’angoscia piuttosto che la letizia, le tenebre piuttosto che la luce.

Che non sia il nostro destino… ciò che sceglie lo stolto.

Dio è verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

Be the first to comment on "“La vita è una grande avventura verso la luce” (Paul Claudel)"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*