BORRACCIA – 36

Tra gli strumenti di un cammino vi è la borraccia con cui portarsi dietro dell’acqua per idratarsi ogni tanto. Fuor di metafora, ne Il Cammino dei Tre Sentieri la “Borraccia” è la meditazione, che, a differenza del cibo che si deve prendere ad orario, si sorseggia ogni tanto. I vari punti sono i “sorsi” della meditazione.

35

L’ACQUA

 

“Lo Spirito Santo è il frumento che ci conforta sul cammino verso la patria, è il vino che ci rallegra nella tribolazione, l’olio che rende dolce l’amarezza della vita.”
(Sant’Antonio da Padova – Discorsi per la Domenica e la Festa dei Santi)

I SORSI

1.Cari pellegrini, chissà quante volte vi sarà capitato di entrare in una panetteria la mattina presto. Un po’ la fame, un po’ l’ambiente, ma quel profumo di panini e altre delizie conquista le narici e mette una voglia, quasi irresistibile, di assaporare qualcosa.

2.In Francia ci sono le famose patisserie che vendono pane fresco e una ricchissima varietà di brioches e dolci. Se si entra in una di queste è l’apoteosi dei profumi…

3.Il Cammino dei Tre Sentieri si chiama così perché convinto che la vita sia un “cammino”, un “pellegrinaggio” verso l’eternità. Infatti, solo in questo modo la vita può acquistare significato ed essere veramente bella, cioè piena di senso.

4.Vivere pellegrinando verso l’eternità non è affatto una forma di alienazione, anzi… solo così ogni passaggio della vita, anche il può duro, può essere facilmente superato. Come amava dire san Francesco d’Assisi: “Tanto è il bene che mi aspetto, che ogni pena mi è diletto”.

5.Dunque è proprio il contrario. Quando si pretende di spiegare la vita con la vita, la propria natura con la propria natura, il tempo con il tempo, senza guardare il Cielo e mirare ad Esso, allora sì che si diventa degli alienati, perché incapaci di rispondere a quella domanda di senso che alberga nel cuore di ognuno e che, non soddisfatta, costringe in un inesorabile fallimento.

6.L’uomo contemporaneo questo lo manifesta molto chiaramente. Ha tutto, ma non ha il Tutto!

7.Cari pellegrini, in questa settimana ci accompagnino le parole di sant’Antonio da Padova: “Lo Spirito Santo è il frumento che ci conforta sul cammino verso la patria, è il vino che ci rallegra nella tribolazione, l’olio che rende dolce l’amarezza della vita.”

8.In esse c’è tutta la bellezza (altro argomento su cui Il Cammino dei Tre Sentieri insiste: la Verità cattolica non solo è vera ma è anche bella)… dicevamo: in esse c’è tutta la bellezza di vivere con Dio e di vivere della Vita di Dio (la Grazia).

9.L’alimento è indispensabile per camminare, così anche il vino per rallegrarsi e l’olio per lenire le ferite. Dio è tutto questo, ma ad una condizione: che non lo si riduca ad un’opinione, ad un concetto, ad un semplice riconoscimento intellettuale, bensì che diventi effettivamente il Signore della propria esistenza. Come dice San Paolo: “Non sono più io che vivo, ma Cristo che vive in me” (Galati 2). O come dice san Francesco d’Assisi (maestro di riferimento di sant’Antonio da Padova): “Mio Dio, mio tutto!”

10.Cari pellegrini, torniamo all’immagine da cui siamo partiti. Quando si entra in una panetteria si viene conquistati dal profumo. Ancora non si è assaggiato nulla, ma quel profumo prefigura l’assaporamento. E’ così anche nella vita terrena. Non facciamoci sfuggire il “profumo” del Paradiso presente quando la nostra vita sceglie Dio e la sua Grazia; e viviamo nell’attesa che a quel profumo seguirà l’eterno banchetto del Cielo.

AL SIGNORE GESU’

Signore, Tu che sei il Pane della vita, fa che la fragranza della tua Presenza mi accompagni sempre.
Tu sei il sapore più gustoso che possa assaporare.

ALLA MADRE DELLO SPLENDORE

Madre, quante volte hai preparato il pane o qualche dolcetto per il Tuo Divin Figlio. E nello stesso tempo quanto “alimento” e quanta dolcezza Lui ti donava.
Quante volte, Madre, hai assaporato del buon vino insieme al Tuo Divin Figlio. E nello stesso tempo quanta letizia e gioia Lui ti donava.
E quante volte, Madre, hai condito con olio delicato le pietanze per il Tuo Divin Figlio. E nello stesso tempo quanta delicatezza Lui ti donava.
Madre, stammi accanto in questa settimana, perché è con Te e solo con Te che potrò anch’io assaporare tutta la bellezza del Tuo Divin Figlio.
Madre, accompagnami nel cammino di questa settimana.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza
Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "BORRACCIA – 36"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*