Chiesa crollata a Roma …forza “Avvenire”! Dacci la tua interpretazione simbolica come hai fatto per il ponte di Genova

Alcuni giorni fa su Avvenire uscì un articolo a firma del missionario Mauro Armanino in cui si presentava una lettura simbolica del crollo del Ponte Morandi di Genova.

Ovviamente una lettura pro-linea antigovernativa del Quotidiano. E’ crollato un ponte. Il ponte è simbolo di dialogo e di accoglienza, ergo: il crollo del Ponte Morandi è metafora del fatto che ormai nella nostra società si rifiuta una politica di dialogo e di accoglienza. Qualsiasi riferimento alla politica dell’attuale Ministro dell’Interno in tema di immigrazione non era ovviamente casuale.

Lettura -dobbiamo dire- abbastanza fuorviante, perché un ponte che crolla potrebbe anche significare il contrario. D’altronde è significativo che da quando si è iniziato a parlare in favore dei ponti e contro i muri, a crollare non sono stati quest’ultimi ma i ponti (e ci riferiamo a numerosi casi precedenti quello di Genova)… ma lasciamo perdere, perché altrimenti entreremmo in un campo importante, ma che, se gestito male, può diventare poco serio.

Ora, ci attendiamo -stando allo stesso criterio- che Avvenire faccia lo stesso per il collassamento del tetto della Chiesa di San Giuseppe dei Falegnami a Roma.

Una chiesa bella e famosa che crolla. Per giunta una chiesa di Roma che crolla. Una chiesa dedicata a colui (san Giuseppe) che è il patrono della Chiesa universale.

Stando alla logica di Avvenire, questo dovrebbe significare che a Roma sta crollando qualcosa. Qualcosa che sta crollando dal “tetto”, cioè dal vertice. E tutto in questo in giorni in cui sta venendo fuori la sporcizia (per usare una termine dell’allora cardinale Ratzinger scritto per le Stazioni della Via Crucis del 2005) che già si conosceva, ma che ancora non era a così amplificata dai media.

E allora …forza Avvenire! Attendiamo la tua interpretazione simbolica.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri 

Share on:

2 Comments on "Chiesa crollata a Roma …forza “Avvenire”! Dacci la tua interpretazione simbolica come hai fatto per il ponte di Genova"

  1. Maria Vittoria Martellini | 31 agosto 2018 at 16:40 | Rispondi

    Sono solo ipocriti politicizzati come sempre,pronti a piegare gli eventi a loro piacimrnto!
    Mai autocritica nel merito…
    Che schfo ed è la voce drl clero!!!

  2. Gentile Maria Vittoria: tenga presente che è la voce del clero moderno…
    Ma forse non sarà più il caso di chiamarlo “clero”?????

Leave a comment

Your email address will not be published.


*