Come deve parlare un pastore che veramente vuole il bene delle sue pecore: L’Amoris Laetitia può portare all’inferno

Stando a gloria.tv, che a sua volta riporta #newsKziwcfpdcx, monsignor Athanasius Schneider in una recente conferenza tenuta in Polonia avrebbe chiaramente detto che l’Amoris Laetitia può facilitare la dannazione delle anime.

Schneider ha detto: “Non possiamo giocare con la nostra eternità…” Papa Francesco porta una “grave responsabilità” per la situazione presente, perché “non fa nulla per impedire ciò”.

Il vescovo inoltre ha ribadito che “è volontà di Dio che gli atti sessuali siano permessi e graditi a Dio solo all’interno di un matrimonio valido. Non esiste eccezione per questo”.

Ringraziamo per le chiare parole di monsignor Schneider, che si dimostra sempre più un vescovo con l’autentico spirito del pastore preoccupato per la salvezza del gregge, e affermiamo che non possiamo non concordare con lui.

Il commento di molti sarà come sarà. Forse cercheranno anche di ridicolizzare il monsignore. Ma la dottrina cattolica ha una semplicità cristallina: “…è volontà di Dio che gli atti sessuali siano permessi e graditi a Dio solo all’interno di un matrimonio valido. Non esiste eccezione per questo”.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

1 Comment on "Come deve parlare un pastore che veramente vuole il bene delle sue pecore: L’Amoris Laetitia può portare all’inferno"

  1. “Athanasius”. Di nome e di fatto custode della vera Fede. Non considera il Vangelo “un’idea”, un insieme di regole astratte “lontane dalla vita delle persone”, come da più parti si argomenta. No. Ogni essere umano è creato da Dio, dunque quanto Egli ci insegna non può essere astratto. Anche se la strada da percorrere può essere aspra, il Vangelo è vita. L’unica speranza vera di salvezza.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*