Dedicato a chi dice… Salvini non faccia la sciocchezza di collaborare con il M5S

Indubbiamente la questione delle alleanze in vista della formazione del nuovo governo è una questione complessa.

Anche perché in questo caso non si tratterebbe di fare alleanze politiche, quanto, più semplicemente, di fare un patto di governo insieme, visto che nessuno ha i numeri sufficienti per poter governare da solo.

Ebbene, da parte di alcuni cattolici che hanno sostenuto elettoralmente la Lega si cerca di mettere in guardia la Lega stessa perché non collabori con il Movimento 5 Stelle. Movimento che indubbiamente ha significativi problemi. Problemi per quanto riguarda la sua nascita e problemi per quanto riguarda alcune sue battaglie politiche. Non ultimo l’appoggio che è stato dato alla Legge su biotestamento.

Il Cammino dei Tre Sentieri non ha mai nascosto la problematicità del M5S (clicca qui).

Dunque, da parte di alcuni cattolici che hanno votato la Lega si cerca di mettere in guardia Salvini affinché non spacchi la colazione di Centro-Destra ed eviti qualsiasi tipo di collaborazione con Di Maio.

Ora, prescindendo da patti elettorali stipulati prima dei risultati stessi, patti che ovviamente devono essere rispettati, va però tenuto presente che ciò che Salvini dovrebbe fare è una sorta di “discernimento politico” sul modello -osiamo dire- ignaziano. Mettersi cioè a valutare quali i pro e quali i contro nel rimanere fedele alla colazione di Centro-Destra e quali i pro e quali i contro collaborando con il M5S.

Ciò che però è inaccettabile è la convinzione di coloro che paventano pericoli che correrebbe Salvini, e farebbe correre Salvini all’Italia, qualora decidesse di collaborare con il M5S, ovvero che l’alleanza con Forza Italia assicuri chissà quale difesa dei valori cristiani e dei cosiddetti “principi non-negoziabili”. Facendo finta di non vedere quanto questa realtà politica, nel più classico stile democristiano, si stia sempre più appiattendo su posizioni liberal ed eurocratiche. A proposito di eurocrazia, è sempre più chiaro quanto Berlusconi abbia ormai scelto il suo successore in Antonio Tajani, attuale Presidente del Parlamento Europeo ed europeista convinto.

Ebbene, per costoro dedichiamo un commento (del 2014) dell’onorevole del PD, Ivan Scalfarotto, in merito ad un’iniziativa di Forza Italia. Le parole sono tratte oggitreviso.it.

E di “cedimenti” di questo tipo da parte di Forza Italia -ahinoi!- ce ne sarebbero tantissimi…

”Sono molto contento che Forza Italia abbia istituito un Dipartimento sui diritti civili, non ho mai avuto barriere ideologiche su temi di civiltà così importanti.

E faccio i miei auguri alla Carfagna (in foto), che è stata un ottimo ministro per le Pari opportunità”.

Ivan Scalfarotto, deputato Pd e sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento, saluta con favore la svolta azzurra a favore dei diritti civili. Questa mattina l’esponente Dem ha incrociato in Transatlantico, a Montecitorio, Mara Carfagna per commentare insieme l’intervista dell’ex ministro azzurro che propone un ‘Nazareno dei diritti‘, cioè un’intesa bipartisan per il riconoscimento dei diritti delle coppie gay.

 

(…)

Dio è Verità, Bontà e bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

1 Comment on "Dedicato a chi dice… Salvini non faccia la sciocchezza di collaborare con il M5S"

  1. Quattro radicali sono riusciti a sx e a dx a infettare con le loro idee partiti,giornali e opinione pubblica!
    Siamo tutti noi cattolici responsabili di non avere avuto la capacità di contrastare questi personaggetti post-sessantottini aggressivi, tipo i gremlins. Bene ora e’ finita! Ben venga un movimento postideologico come i 5S: sapremo noi cattolici essere sale non sciapito come siamo stati o faremo la fine che abbiamo fatto con Berlusconi da un lato e il PD dall’altro?

Leave a comment

Your email address will not be published.


*