Dovevamo vedere anche questo: l’Europa più “americana” dell’America!

Senza volerci appellare al cambiamento radicale che caratterizza i nostri tempi (cosa che pure esiste e che in un certo senso è inconfutabile), va detto che in questi giorni si sta manifestando una sorta di paradosso, ovvero che l’Europa (quella più “europeista”) sta diventando più “americana” dell’America. D’altronde è un classico: succede spesso che si diventi più “realisti” del Re.

Il processo di mondializzazione e di globalizzazione sono esiti inevitabili del pensiero liberale. Non solo nella versione più tipicamente economica, ma anche in quella più specificamente filosofica e politica. La libertà come unico o principale criterio di giudizio, cioè come metro per misurare tutto, determina inevitabilmente la spinta verso il superamento di qualsiasi vincolo culturale e identitario. A volte anche nella fase iniziale, certamente nella fase conclusiva.

Negli USA, che in un certo qual modo sono la patria del pensiero liberale, è però avvenuto qualcosa di particolare. Non solo c’è un Presidente repubblicano (e questo non spiegherebbe poi tanto, visto che la dimensione protezionistica è sempre stata piuttosto lieve nel partito repubblicano), bensì si è verificato che andasse alla guida del Paese colui che nemmeno i repubblicani volevano che vincesse e che in un certo qual modo i repubblicani stessi avevano cercato in tutti i modi di ostacolare.

Trump è un personaggio tutt’altro che lineare. Infatti, seppur relativamente, vale anche per lui quella che è una costante nella politica americana, ovvero che ogni presidente degli Stati Uniti è sempre “vittima” di interessi che vanno oltre. Ma, al di là di questo, almeno a fasi alterne, Trump sta facendo saltare alcuni schemi. Il suo protezionismo rompe il fronte liberal di un certo establishment mondialista. Ma non solo: offre anche un “punto di appoggio” per tutti quegli Stati all’interno dell’Europa che cercano di smarcarsi dalla linea franco-tedesca.

L’Italia, e il suo nuovo governo, potranno beneficiare di tutto questo? Forse sì.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

1 Comment on "Dovevamo vedere anche questo: l’Europa più “americana” dell’America!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*