Finanche il corriere.it deve dare la notizia: in Lombardia aumenta il numero di contagi di Aids tra i giovani gay

A comunicarlo non è una fonte anti LGBT o come si è soliti etichettare disonestamente “omofoba”, ma il corriere.it: in Lombardia i contagi da HIV sono aumentati del 40% e ad essere colpiti sono soprattutto i giovani gay tra i 25 e i 29 anni.

Dal sito sopraindicato abbiamo selezionato solo pochi passaggi di un articolo a firma di Rosella Radaelli

I numeri parlano da soli: su 130 mila persone Hiv positive in Italia, 20 mila risiedono in Lombardia che guida la classifica delle regioni italiane più colpite. (…).

Di Aids non si muore: «La medicina — prosegue il primario — ha fatto passi da gigante, ma per noi infettivologi è un fallimento se curiamo persone, ma altri continuano ad essere contagiati. In questo modo non riusciremo mai a debellare la malattia». I dati infatti dicono che i nuovi contagi sono 4 mila ogni anno, uno ogni due ore. I più colpiti sono i giovani gay tra i 25 e i 29 anni: «Registriamo un incremento del 40% dei casi in questa fascia d’età — spiega Gori — (…).

Chi contagia è perché non sa di essere sieropositivo: «Il 30% dei sieropositivi non sa di esserlo — prosegue il primario —, spesso arriva in ospedale dieci anni dopo il contagio, quando la situazione è grave e quando potrebbe avere infettato almeno una dozzina di altre persone».

(…)

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "Finanche il corriere.it deve dare la notizia: in Lombardia aumenta il numero di contagi di Aids tra i giovani gay"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*