Il 1° agosto 1754 esce l’enciclica “Quod Provinciale” di Benedetto XIV. Facciamo una piccola riflessione sulla fedeltà alla verità

Nell’enciclica Quod Provinciale di papa Benedetto XIV, che venne pubblicata il 1° agosto del 1754, si esortava l’Episcopato che presente nell’Impero Turco affinché questo facesse sì che i cristiani che vivevano in quelle terre non assumessero nomi arabi con lo scopo di ottenere vantaggi o per evitare ritorsioni. Nel’enciclica, il Papa esorta anche a non nascondere la propria fede.

Ebbene, che differenza rispetto allo stile islamico.

Il Cristianesimo, per volere esplicito di Cristo, “…il vostro parlare sia sì sì, no no, il resto viene dal maligno” (Matteo 5), non giustifica alcuna alterazione della verità. Non così l’Islam che ammette, invece, la taqiyya, diffusa prevalentemente dagli Sciiti, ma ammessa anche da alcune scuole coraniche sunnite.

La taqiyya prevede il nascondere la fede, rinnegare la fede, fingere di appartenere ad una fede altrui o non praticare i riti obbligatori. Tutto questo per sfuggire ad una persecuzione o per non destare sospetti all’interno di una comunità ostile.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

Be the first to comment on "Il 1° agosto 1754 esce l’enciclica “Quod Provinciale” di Benedetto XIV. Facciamo una piccola riflessione sulla fedeltà alla verità"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*