Il Bambino in piedi sulle ginocchia della Madre Celeste… un gesto che dice tutto!

Di dipinti che si possono utilizzare per sostanziare l’apologetica sulla grandezza della Madonna ce ne sono tantissimi. C’è solo -come si suol dire- l’imbarazzo della scelta.

Oggi vogliamo parlarvi della Madonna col Bambino e angeli che è nella Chiesa dei Servi a Bologna. E’ un’opera del grande Cimabue (1240-1302).

Uno dei motivi della straordinaria grandezza della Madonna sta nel fatto che è veramente Madre di Dio. Dunque, tutto ciò che Ella chiede al Figlio e che è conforme alla volontà del Figlio, il Figlio non glielo può negare.

Nell’opera di Cimabue è ben evidenziato quanto Gesù dipenda dalla Mamma e ami straordinariamente la Mamma.

Il Bambino non si trova fra le braccia della Vergine così come solitamente è nelle raffigurazioni che hanno questo tema, ovvero in una posizione adagiata oppure in posizione attiva (benedicente) e tendente verso l’osservatore. No, in quest’opera il Bambino non è né adagiato né tantomeno rivolto verso gli uomini; è rivolto, invece, verso sua Madre. E’ in piedi sulle ginocchia della Vergine, nello sforzo di raggiungere il volto della Madonna. Lo sguardo di Gesù è come di chi pende letteralmente dalle labbra della Madonna.

La chiave d’interpretazione sta proprio in quell’essere in piedi. Il Bambino forse ancora non sa camminare da solo. Fa però forza sui suoi teneri muscoli per tendersi verso la Madre. Quasi sia gravitato da Lei. Quasi non voglia mai distaccarsene.

Cimabue, in quest’opera, ben rappresenta l’impossibilità che Gesù possa negare le richieste della Madre.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Share on:

Be the first to comment on "Il Bambino in piedi sulle ginocchia della Madre Celeste… un gesto che dice tutto!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*