Il Catechismo di San Pio X commentato per voi (n.107)

Rubrica a cura di Pierfrancesco Nardini


Domanda: Qual’è la Chiesa di Gesù?
Risposta: La Chiesa di Gesù Cristo è la Chiesa Cattolica-Romana, perché essa sola è una, santa, cattolica e apostolica, quale Egli la volle.


Come scritto nel precedente commento, la Chiesa cattolica ha un’ininterrotta successione apostolica che risale fino al suo Fondatore, Gesù. Ed è l’unica ad averla.

Per successione apostolica si intende quella continua, ininterrotta successione tra San Pietro e i successivi Papi fino ad oggi, così come tra gli Apostoli e i vescovi.

Questa è garanzia per la Chiesa cattolica di essere l’unica vera Chiesa di Cristo. Se, infatti, si torna a ritroso nel tempo, si troverà completa continuità solo nella Chiesa Cattolica.

È sufficiente, d’altronde, notare le date delle nascite della Chiesa ortodossa e del Protestantesimo, per rendersi conto della loro enorme distanza temporale da Cristo e dal primo Papa (sinonimo di impossibile continua successione apostolica), oltre che del fatto che sono nate come scisma o eresia della Chiesa cattolica.

Nessuna di queste è stata fondata direttamente da Gesù. La Chiesa dell’Oriente cristiano, quella Ortodossa, può vantare, sì, un’età considerevole, ma non riconoscendo il Primato petrino si priva dell’integra dottrina. È certo che, prima dello scisma del 1054 d.C. con cui questa chiesa si stacca dalla Cattolica, il Primato fosse riconosciuto da tutta la Chiesa, in tutte le parti del mondo, e che era stato insegnato infallibilmente dai concili (ove parteciparono, tra l’altro, i predecessori di coloro che poi lo contestarono, e di chi tuttora lo contesta).

La conseguenza di queste riflessioni è che solo la Chiesa Cattolica, quella di Roma, alla luce dei documenti e della storia, può essere l’unica vera Chiesa di Cristo: è l’unica, infatti, che ha conservato intatta la dottrina insegnata dal suo Fondatore e tramandata dagli Apostoli, così come è l’unica che ha mantenuto integri il ruolo e i compiti che Gesù ha dato a San Pietro e ai Papi suoi successori.

Schematizzando al massimo si può dire quindi che la Chiesa Cattolica, a differenza delle altre due, ha origini certe che risalgono all’età apostolica, tramite la successione apostolica che porta fino a San Pietro (quindi è stata fondata direttamente da Gesù); mantiene e difende il Primato petrino così come creato da Cristo; ha la prova che questo Primato è stato compreso e accettato da sempre da tutta la Chiesa; può dimostrare che le altre chiese si sono allontanate dall’integrale dottrina, staccandosi dalla Chiesa e non fondate direttamente da Cristo.

La Chiesa cattolica, quindi, è l’unica che può vantare di essere davvero una, santa, cattolica e apostolica come spiega San Pio X. E come i fedeli professano nel Credo.

Si approfondiranno questi aggettivi nei prossimi commenti. Qui si nota, col Dragone, ad esempio, che la Chiesa di Gesù è una sola perché Egli “disse a San Pietro: Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa (Mt 16, 18), non ‘le mie Chiese’ ”.

La santità le deriva dal suo Fondatore, il Santo dei santi, e dallo Spirito Santo che la “vivifica” (v. numero precedente); è cattolica in quanto rivolta a tutti gli uomini, senza alcuna distinzione; è infine apostolica perché affidata a San Pietro e agli Apostoli.

San Pio X scrive “quale Egli la volle”, ossia che fu proprio Gesù a volere la Sua Chiesa “una, santa cattolica e apostolica”. Lui fonda una sola Chiesa che, come visto, è quella cattolica, e la vuole “una”: significa che questo essere “una” non cambia con la fuoriuscita di fedeli, la Sua Chiesa rimarrà quella anche se con pochissimi fedeli.

L’identità della Chiesa Cattolica con l’unica vera Chiesa di Cristo è stata ribadita molte volte, come ad esempio ai nostri tempi da Pio XII nella Mystici Corporis.

Un’ultima riflessione va fatta sull’espressione della Lumen gentium secondo cui la Chiesa di Gesù “ sussiste ( subsistit in ) nella chiesa cattolica” (n. 8).

Nel rimandare alla lettura di questa (clicca qui)  sintetica ma esaustiva spiegazione e a più approfondite ricerche, si ritiene che, nonostante quanto alcuni sostengono, la differenza tra lo scrivere che la Chiesa di Cristo “è” la Chiesa cattolica e che, invece, “sussiste” nella Chiesa cattolica è sostanziale, è importante.

Come minimo è un’espressione equivoca che può essere anche interpretata come sinonimo di “è, ma non necessariamente”. Si presta, a dire il vero, più facilmente ad una non piena identità tra la Chiesa di Cristo e quella Cattolica. L’interpretazione più immediata è quella della Chiesa cattolica come contenuta in quella completa di Cristo. Una parte importante di questa, ma una parte.

Si ripete che il Magistero, di sempre e da sempre, ha identificato in modo perfetto la Chiesa di Cristo con quella Cattolica, anche e soprattutto per gli elementi sopra indicati.

Il Dragone evidenzia inoltre che “la devozione alla santissima Vergine è una delle caratteristiche più spiccate della vera Chiesa di Cristo”.


Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

Be the first to comment on "Il Catechismo di San Pio X commentato per voi (n.107)"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*