Il Catechismo di San Pio X commentato per voi (nn.47-48)

(a cura di Pierfrancesco Nardini)

Ogni Persona della Santissima Trinità è Dio? Sì, ogni Persona della Santissima Trinità è Dio 

Se ogni Persona della Santissima Trinità è Dio, le tre Persone divine sono dunque tre dei? Le tre Persone divine non sono tre dei, ma un Dio solo, perché hanno la stessa unica natura o sostanza divina

La divinità di tutte e tre le Persone della Ss.ma Trinità è verità rivelata. Si trova, infatti, nella Sacra Scrittura: sono tanti i passi che parlano della loro divinità.

Per la prima Persona nella Sacra Scrittura troviamo, ad esempio, lo stesso Cristo che ne rivela la divinità, quando dice «ascendo al Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro» (Giovanni 20, 17).

La divinità della prima Persona è però chiara anche solo per il fatto della generazione del Figlio, che è anche Lui Dio. Come potrebbe generare una persona divina se non fosse Lui a sua volta Dio?

Anche la stessa creazione del mondo e degli uomini toglie ogni dubbio. Solo Dio può creare qualcosa o qualcuno dal nulla.

Che Cristo sia Dio ci viene insegnato nella Sacra Scrittura in ogni modo.

Sarebbe sufficiente il prologo di San Giovanni (1, 1ss.), dove si spiega chiaramente che la seconda Persona della Trinità è Dio («il Verbo era Dio») ed anche che Gesù è proprio la seconda Persona incarnata («e il Verbo si è fatto carne»).

Si ricorda poi il passo in cui si racconta che Gesù si è dichiarato Figlio di Dio e fu condannato per questo. Tanti altri sono i passi in cui si insegna la divinità di Cristo. Non serve citarli tutti perché sono facilmente individuabili con una semplice ricerca.

Anche per questo ci sono però considerazioni ulteriori che portano a capire la reale divinità di Gesù, come, ad esempio, i miracoli, che sono qualcosa di possibile solo a Dio. E nella Sua vita terrena è stato proprio Cristo a compierne tanti, raccontati dagli Evangelisti, e chissà quanti altri potrebbe averne fatti che non son stati raccontati («molti altri segni fece Gesù in presenza dei suoi discepoli, ma non sono scritti in questo libro» Giovanni 20, 30).

Anche per la divinità della terza Persona troviamo una certificazione di Cristo. Nel comando dato agli Apostoli di battezzare, specifica «nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo» (Mt 28, 19). In questo modo mette lo Spirito Santo allo stesso livello del Padre e del Figlio, fa capire che è uguale al Padre e al Figlio. È quindi Dio anche Lui.

Anche un’altra citazione della Sacra Scrittura fa capire la divinità dello Spirito Santo ed anche che gli Apostoli conoscevano questa verità. San Pietro rimprovera Anania per una menzogna e lo ammonisce in tal modo: «come mai Satana tentò il tuo cuore a mentire allo Spirito Santo? (…) Non hai mentito agli uomini, ma a Dio» (Atti 5, 3-6).In questo episodio San Pietro identifica con chiarezza lo Spirito Santo come Dio.

Si professa tra l’altro la divinità delle tre Persone della Ss.ma Trinità ogni qual volta si recita il Credo.

Tutte e tre le Persone sono Dio, ma nello stesso tempo sono un unico Dio. Non sono tre divinità separate, tre dei. Si cadrebbe altrimenti nel triteismo.

Hanno, infatti, una sola natura (o sostanza), come spiegato nei commenti precedenti.

Si ribadisce la non verosimiglianza, anzi proprio l’impossibilità che le tre Persone divine siano tre divinità separate, ossia con una natura distinta separata l’una dalle altre.

Una situazione del genere comporterebbe la contemporanea presenza di tre esseri onnipotenti ed infiniti.

Come già spiegato in altri commenti, questo non è possibile, perché due dei tre non potrebbero essere infiniti, se già uno lo è. Come potrebbero esserci tre infiniti? La presenza di più esseri infiniti, tutti necessari ed eterni, è forse ancor più incomprensibile per la mente umana di quanto lo sia il mistero della Ss.ma Trinità. Come commenta il Dragone, «è assurdo».

Rimaniamo legati alla verità della Trinità e capiamo l’assoluta importanza di pregarLa ed essere devoti. Come San Francesco di Assisi che aveva sempre sulle labbra preghiere di glorificazione della Ss.ma Trinità ed esortava tutti a fare lo stesso, tanto da ritenerLa fonte di ogni capacità per gli uomini. Racconta il Dragone che ad un frate che voleva studiare disse «ripeti la dossologia (preghiera di glorificazione) e diverrai dottissimo agli occhi di Dio».

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

Be the first to comment on "Il Catechismo di San Pio X commentato per voi (nn.47-48)"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*