Il coraggio di un parroco… la resa di una Curia

Riteniamo opportuno offrire alla vostra attenzione la coraggiosa e doverosa lettera che un parroco di Sassari, don Giuseppe Virgilio, ha indirizzato al sindaco della città in merito alla scandalosa presentazione di un ancor più scandaloso libro della cosiddetta “Luxuria” dinanzi al sagrato della Chiesa di Santa Caterina. Un tempo una lettera del genere non avrebbe fatto notizia. Oggi no. Un parroco grida dai tetti, mentre tutti, anche la Curia, tacciono.

Gentilissimo Signor Sindaco, le scrivo per esprimerle tutto il mio dispiacere per la programmata manifestazione di oggi, ossia la presentazione in piazza Santa Caterina, sul sagrato dell’omonima Chiesa del libro del Signor Vladimiro Guadagno, noto Luxuria, nel contesto del ben noto”pride” convintamente patrocinato dal Comune di Sassari, che Ella guida. 

Compio questo passo incoraggiato dal fatto che tale manifestazione avverrá nel giorno in cui la Chiesa Cattolica ricorda il precursore del Signore San Giovanni Battista, il quale al potente di allora Erode, disse chiaramente e fedelmente il” pensiero di Dio”, rimettendocicosi la testa. A me, per il momento, viene richiesto di rimetterci la faccia (nel Vangelo di domani Domenica Gesů dice: chi si vergognerà di me davanti agli uomini anch’io mi vergognerò di lui), cosa che faccio compiendo questo atto di rimostranza. 

Né d’altra parte mi trattiene dal farlo il fatto che le Autorità Ecclesiastiche, ad oggi, non abbiamo fatto sentire la loro voce; ciascuno risponderà della propria responsabilità dinnanzi a Dio.

Non entro in merito della scelta della Sua amministrazione riguardo al patrocinio concesso, solo chiedo il rispetto del luogo che, sebbene pubblico, è sempre un luogo antistante ad un luogo Sacro attualmente officiato, il quale, se non dice più niente a Lei e alla Sua amministrazione, lo dice ancora a dei cittadini, fedeli e non, che si associano alla presente protesta esigendo di essere rispettati. 

Ora, come non vedere la manifestazione programmata come una provocazione? Perché, ad esempio, non si prova a farla dinnanzi ad un luogo di culto islamico? Che si direbbe poi se un gruppo di fedeli andasse dinnanzi ad un circolo gay a leggere alcuni brani della Sacra Scrittura? 

Si direbbe,anzi si griderebbe: provocazione! 

Ancora: cosa si sarebbe pensato se tale evento fosse stato organizzato nel piazzale antistante al Santuario della Grazie caro alla devozione dei Sassaresi? Questa è una provocazione!Ma la Chiesa di Santa Caterina è un luogo Sacro alla pari di quello! Non bisogna infatti disporre di un intelligenza superiore per capire che le tesi sostenute nel libro in questione sono antitetiche all’insegnamento della Chiesa. Di più il suddetto libro entra nel merito discettando provocatoriamente di Bibbia, Papi, Insegnamento Ecclesiastico. 

Decenza dunque voleva che, per non diventare provocazione indebita, almeno il luogo della presentazione fosse un altro, diverso da quello scelto. Detto questo la saluto cordialmente, rinnovando, come la Chiesa ha sempre insegnato, l’impegno a pregare per i governanti, chiunque essi siano.

Don Giuseppe Virgilio
Rettore della Chiesa di Santa Caterina

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

20 Comments on "Il coraggio di un parroco… la resa di una Curia"

  1. Luisa Spironello | 29 giugno 2017 at 21:22 | Rispondi

    Dio ti benedica don Giuseppe e ti renda merito per il tuo coraggio, il tuo amore e la tua fedeltà
    Preghiamo per la loro conversione

  2. Grazie viva questi sacerdoti.

  3. Grandissimo sacerdote io sono con lei….ormai vogliono a tutti i costi sopprimere la Chiesa e la sua dottrina

  4. Rosa Rita La Marca | 1 luglio 2017 at 12:57 | Rispondi

    Sono felice di leggere soprattutto una frase importante: “chi tace ne renderà conto”.

  5. Stefania Zambuto | 1 luglio 2017 at 13:23 | Rispondi

    Don Virgilio hai tutta la mia stima. Dio ti benedica e ti sostenga nel tuo ministero sacerdotale.

  6. Un sacerdote come questo va rispettato e amato.
    Gesù è Verita e la verità Va gridata anche dai tetti.
    Bravo don Giuseppe tvb

  7. MICHELANGELO BURDI | 1 luglio 2017 at 17:00 | Rispondi

    BRAVISSIMO DON VIRGILIO !!!!!!!!!!…….ci vorrebbero tanti come Lei ..Sacerdoti e non….. La condivido pienamente oramai questi politici pur di accattivarsi un voto darebbero l?anima al diavolo!!!!
    Ripeto BRAVO DON VIRGILIO !!!!

  8. Non lasciamo soli i Sacerdoti autentici. Hanno bisogno del supporto numeroso del popolo di Dio per spegnere queste sfiammate di volgaritá e perversione che

  9. con don Giuseppe , vero sacerdote con le idee chiare !

  10. È stato presentato lo stesso il libro sul sagrato o in un altro luogo?

    • Che noi sappiamo: ugualmente nella piazza antistante. Comunque, essendo noi non della Sardegna, chiediamo conferma.

  11. Alvise honorati | 2 luglio 2017 at 8:30 | Rispondi

    Grazie Don Giuseppe!sei testimone del vangelo. Chi tace ne rendera’conto.Gesu’ e’la via verita’ e vita.

  12. Luciano Mantovanelli | 2 luglio 2017 at 19:59 | Rispondi

    Purtroppo la cristianita’ non ha piu’ una vera guida spirituale ,restano il Vangelo e i pochi sacerdoti che come lei hanno il coraggio di denunciare il disagio e gli insulti che umiliano in continuazione la chiesa cattolica.

  13. Antonio don Razzini | 3 luglio 2017 at 0:50 | Rispondi

    Sono con te ti sostengo con l’amicizia, la stima e la preghiera! Fiero di essere un tuo confratello.

  14. Finalmente grazie per il suo coragio e per testimoniare a voce alta la fede ormai i sacerdoti e mi riferisco a quelli come voi sono pochissimi ….io sono una catolica praticante e moglie di diacono e dico che alcuni preti non sono tali ma sono oportunisti e be vorei dire altro ma e meglio chiudere qui ……ci siamo capiti

  15. Grazie Don Virgilio il tuo coraggio insieme a quello di altri tuoi confratelli, come il grandissimo Don Minutella ed altri(purtroppo, pochi) che hanno in essi lo spartito del Profeta Elia, mi rendono orgoglioso di essere Cristiano Cattolico- ora domando a te chiesa moderni
    sta o Bergogliana se su questi temi denunciati da Don Virgilio, ci sei e, se ci sei batti un colpo.

    • Grazie Don Virgilio il tuo coraggio insieme a quello di altri tuoi confratelli, come il grandissimo Don Minutella ed altri(purtroppo, pochi) che hanno in essi lo spartito del Profeta Elia, mi rendono orgoglioso di essere Cristiano Cattolico- ora domando a te chiesa moderni
      sta o Bergogliana se su questi temi denunciati da Don Virgilio, ci sei e, se ci sei batti un colpo.

  16. Don Virgilio, io non la ringrazio perchè preferisco che sia GESU’ a darle quel Grazie e quel premio che Lei merita. Ma dove sono coloro che si dicono Cristiani quando c’è da difendere i valori Cristiani ? Grazie a Dio ci soo ancora Sacerdoti che amano la S.S Trinità e la Madonna.

  17. D’accordo con don Virgilio. Siamo stufi di questa acquiescenza a qualsiasi iniziativa pronta a calpestare il comune sentire religioso. La facciano pure davanti un centro islamico

Leave a comment

Your email address will not be published.


*