Il problema non è il dominio della tecnica… ma la sua separazione dal Mistero

Il problema non sta nel progresso e nella tecnica. Tutt’altro. Il problema sta nel concepire la tecnica come fine a se stessa, come meccanismo perverso in cui il mistero di tutto possa completamente sparire. Il bambino, quando si accosta alla tecnica, la “legge” come un dato non diverso rispetto a ciò che fa parte della natura: un albero, un ruscello, un fiore… E questo perché lui non sa separare la tecnica dal mistero. Ecco cosa dice Gilbert Keith Chesterton (1874-1936) in Eretici: 

E in nulla il bambino è così legittimamente infantile, in nulla mostra più fedelmente il più sano ordine della semplicità, che nel fatto di vedere tutto con un piacere semplice, persino le cose complesse. La falsa naturalezza insiste sempre sulla distinzione tra naturale e artificiale. La naturalezza più nobile ignora tale distinzione. Per il bambino, l’albero e il lampione sono ugualmente naturali e artificiali; o meglio, nessuno dei due è naturale ma sono entrambi soprannaturali, poiché entrambi splendidi e inspiegabili. Il fiore con cui Dio incorona l’uno e la fiamma con cui Sam, il lampionaio, incorona l’altro, sono ugualmente dorati come nelle fiabe. In mezzo ai campi più selvaggi, il bambino più genuino sta sicuramente giocando al trenino. E l’unica obiezione spirituale o filosofica ai treni non è che gli uomini paghino per salirci o lavorino per costruirli o li rendano molto brutti o, addirittura, ne vengano uccisi; ma semplicemente che non li usino per giocare. La disgrazia è che la poesia infantile del trenino a molla è destinata a scomparire. Il problema non è che le locomotive sono troppo apprezzate, ma che non lo sono abbastanza. Il dramma non è che le locomotive sono meccaniche, ma che gli uomini sono meccanici.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Share on:

Be the first to comment on "Il problema non è il dominio della tecnica… ma la sua separazione dal Mistero"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*