Il prodigio della rosa di Padre Pio

Racconta padre Tarcisio da Cervinara nel suo Padre Pio e la Madonna:

Il 20 settembre 1968, in occasione del 50° anniversario della impressione delle stimmate visibili nella carne del Padre, un napoletano offrì a Padre Pio un fascio di rose rosse. 

Lo stimmatizzato del Gargano, visibilmente commosso, estrasse una rosa da quel fascio, la mise tra le mani di quel cuore gentile, e gli disse: ‘Porta alla Madonna di Pompei questa rosa per me!’. 

Il fortunato donatore fu felicissimo dell’incarico avuto. Portò a Pompei la rosa. Pregò una suora del santuario di porre dinanzi al quadro della Madonna la rosa inviata da padre Pio. 

La suora, al suono di quel nome, inserì con fervorosa pietà quel fiore tra gli altri ce erano innanzi a Maria. 

Il 23 settembre, allorché il Serafino di Pietrelcina era già volato in cielo, la suora, nel togliere i fiori dinanzi alla Madonna, si accorse che, mentre tutti gli altri erano appassiti, la rosa di padre Pio era ancora fresca, profumata, olezzante: era ritornata però, richiudendosi, un soave e grazioso bocciolo.

Un segno dato a noi dal Cielo per indicare che quel bocciolo si era aperto nel tempio di lassù per restare immarcescibile rosa dinanzi al trono celeste di Maria.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Share on:

1 Comment on "Il prodigio della rosa di Padre Pio"

  1. ….quella “santa” rosa è ancora lì a Pompei, la si può vedere nel grande salone centrale all’interno del Santuario.
    W P. PIO e la SS. Vergine di Pompei.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*