Immigrazione e caso “Aquarius”… c’è un libro che spiega ciò che sta avvenendo

Come riporta lintellettualedissidente.it, c’è un testo che può ben chiarire sulla questione dell’immigrazione.

Il testo è di Kelly M. Greenhill, una ricercatrice americana. Il titolo dice tutto: Armi di immigrazione di massa. Deportazione, coercizione e politica estera. Nella traduzione italiana (che è della LEG edizioni), la prefazione è della nota firma dell’ ex-ambasciatore Sergio Romano.

Nel testo si afferma come il fenomeno delle migrazioni sia stato trasformato in un’ “arma” di coercizione per indebolire quegli Stati che ovviamente si vogliono indebolire.

Il recente caso dell’ “Aquarius” rientra nello schema tracciato dall’autrice. Uno schema di “migrazione coercitiva di massa”.

Le navi in questioni non si limitano, infatti, ad attività di soccorso, bensì vanno nelle acque territoriali libiche a prelevare i migranti per portarli in Europa.

Insomma, queste navi svolgerebbero un’azione provocatoria di pressione al fine di trasformare la questione immigrazione in una questione enorme, di grande pressione (per l’appunto), per poter orientare l’opinione pubblica e per ribaltare le strutture statuali.

Ma -aggiungiamo noi- il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi. Per cui -aggiungiamo sempre noi- ciò che si sta verificando è il contrario di ciò che si voleva ottenere. A causa di ciò che sta avvenendo, i popoli si stanno sempre più arroccando nella loro affezione identitaria, arrivando a ribellarsi nei confronti di qualsiasi ipotesi mondialista.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

2 Comments on "Immigrazione e caso “Aquarius”… c’è un libro che spiega ciò che sta avvenendo"

  1. VERISSIMO!!!!
    Salvini sta aumentando i voti a suo favore proprio per il motivo immigrazione.
    La gente non ne può più di questi finti casi umani!!!!!!

  2. ..Aggiungo che ritengo assolutamente vero e pericolosissimo il contenuto del libro di Kelly M. Greenhill!!!!!
    E la popolazione, anche se non lo sa, lo percepisce!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*