Il Castello di Liechtenstein. L’armonia nella gerarchia

Rubrica a cura di Corrado Gnerre


Viaggiando ci si incanta per ciò che incontra il nostro sguardo. Meraviglie succedono a meraviglie. E nella loro diversità, s’incontra l’unità del Bello che dimostra come tutto abbia bisogno di ricondursi all’unica Presenza. Quella stessa che ha fatto sì che esistesse tutto e che vuole che questo tutto possa essere orientato a Lui. Osservando, contemplando e soprattutto incantandosi dinanzi alla Bellezza della natura o di ciò che l’uomo ha costruito, si capisce quanto sia giusto capirne il significato per lodare e ringraziare.


 Dire che l’uomo debba armonizzarsi con la natura è un’affermazione vera.

D’altronde non si può negare che l’uomo debba vivere dentro un habitat naturale.

Il Genesi parla chiaro: la natura è stata data all’uomo affinché la potesse usare, senza abusarne e senza distruggerla: che l’uomo domini sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo… (Genesi 1,26).

Ed è così. L’uomo può davvero armonizzarsi con la natura solo se la sottomette a sé, nel senso di prendere continua consapevolezza della sua superiorità.

In questo avviene un vero completamento, anzi: un’armonia che si fa continuità, ma non identità.

L’uomo si serve della bellezza della natura per alimentare e sostenere se stesso; ma si serve della natura anche per ergersi a suo signore.

Si tratta di un’armonia nella gerarchia.

Il Castello di Lichtenstein (XIX secolo), in Germania, è immagine chiara di ciò che stiamo dicendo.

Osservandolo, sembra che la costruzione dell’uomo e la roccia su cui si erge siano una cosa sola.

La roccia sembra essere stata costruita dall’uomo; e il castello sembra la parte superiore della roccia stessa.

Il tutto, poi, s’innalza verso l’alto, testimonianza di come l’esistere umano sia un calcare la terra, sostenersi su di essa, ma per elevarsi al Cielo.


Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI

Be the first to comment on "Il Castello di Liechtenstein. L’armonia nella gerarchia"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*