LA BELLEZZA DEL TEMPO – Mese di Maggio all’Immacolata: Primo Giorno

“Se tu conoscessi il dono di Dio, diceva una sera Cristo alla Samaritana. Ma che è mai questo dono di Dio, se non Lui stesso? Il discepolo prediletto ci dice: ‘Egli è venuto nella sua casa, ma i suoi non l’hanno ricevuto’.
Ma una creatura c’è, che ha conosciuto questo dono di Dio, che non ne ha lasciato disperdere la minima particella; una creatura così pura, così luminosa, da sembrare, lei, la stessa luce: ‘Speculum iustitiae‘; una creatura la cui vita fu tanto semplice, tanto nascosta in Dio, che non se ne può dire quasi nulla. ‘Virgo fidelis‘ è la Vergine fedele, colei che ‘custodiva tutte le cose nel suo cuore‘. Se ne stava così piccola, così raccolta dinanzi a Dio nel segreto del Tempio, che attirò le compiacenze della Trinità santa. ‘Perché Egli ha rivolto lo sguardo alla piccolezza della sua ancella, ormai tutte le generazioni mi chiameranno beata‘. Il Padre, chinandosi verso questa creatura così bella, così ignara della sua bellezza, volle che fosse, nel tempo, la Madre di Colui di cui Egli è Padre nell’eternità. Intervenne allora lo Spirito d’Amore che presiede a tutte le opere divine; la Vergine disse il suo ‘fiat‘: ‘Ecco la serva del Signore; si faccia di me secondo la tua parola‘, e il massimo dei miracoli si compì. Con la discesa del Verbo in lei, Maria fu per sempre preda di Dio”

(Santa Elisabetta della Trinità)

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "LA BELLEZZA DEL TEMPO – Mese di Maggio all’Immacolata: Primo Giorno"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*