LA BELLEZZA DEL TEMPO – Mese di Maggio all’Immacolata: Settimo Giorno

“Il sole, il quale è come il cuore di questo nostro mondo visibile, pur essendo la più bella, la più vistosa parte della natura, non è che un’ombra tenebrosa del nostro Sole divino, il Cuore di Maria.
Questo Cuore è un vaso ammirabile, e come il sole è opera di Dio ‘Vas admirabile, opus Exelsi; magnus Dominus, qui fecit illum’ (Sir 43, 2. 5). Capolavoro incomparabile dell’Altissimo, riassunto di tutte le meraviglie da Lui compiute nelle creature, è destinato ad essere eternamente l’oggetto dell’ammirazione dei Beati, poiché la sua divina magnificenza appare più in questo cuore ammirabile che non in tutte le cose create nell’ordine della natura, della grazia, della gloria.
Il sole che illumina questo mondo visibile, e che ne è come cuore, è tutto splendore, è sorgente della luce di tutti gli altri pianeti.
Il cuore di Maria è tutto circondato, e penetrato d’una luce incomparabilmente più brillante e più eccellente di tutte quante le luci del firmamento.
È tutto luce, e, dopo Dio, è la prima sorgente di tutte le luci che rischiarano il cielo della Chiesa: ‘Ego feci in caelis ut oriretur lumen indeficiens’ (Sir, 24, 6). (…)
Se S. Giovanni Crisostomo poté dire che il cuore di S. Paolo fu ‘totius orbis cor’: cuore di tutto il mondo, perché per mezzo di questo cuore apostolico lo spirito della vera vita è stato elargito alle membra di Cristo, quanto più si potrà dire che il cuor della Regina di tutti gli Apostoli è il cuore di tutto l’universo e della Chiesa militante, purgante e trionfante: ‘Vitam datam per Virginem, gentes redemptae, plaudite!’ “

(San Giovanni Eudes)

Share on:

Be the first to comment on "LA BELLEZZA DEL TEMPO – Mese di Maggio all’Immacolata: Settimo Giorno"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*