LA BELLEZZA DEL TEMPO – Mese di Maggio all’Immacolata: Tredicesimo Giorno

“Non temete di amare troppo l’Immacolata, perché non potremo giammai uguagliare l’amore che Le ha portato Gesù; ed imitare Gesù è la nostra santificazione.

Noi siamo Suoi, dell’Immacolata, illimitatamente Suoi, perfettamente Suoi, quasi Essa stessa.

Essa per mezzo di noi ama il Buon Dio.

Essa col nostro cuore povero ama il Suo Divin Figliolo.

Noi diventiamo il mezzo per il quale l’Immacolata ama il suo Gesù e Gesù vedendo noi proprietà, quasi una parte della sua amatissima Madre, ama Essa in noi e per noi.

Che bellissimi misteri! …

Sappiamo degli ossessi, indemoniati, per i quali il diavolo pensava, parlava, agiva. Noi vogliamo essere così e più ancora illimitatamente ossessi da Essa, che Essa stessa pensi, parli, agisca per mezzo di noi.

Vogliamo essere dell’Immacolata fino al punto che non solo non rimanga in noi cosa alcuna che non sia di Essa, ma che diventiamo quasi annientati in Essa, cambiati in Essa, transustanziati in Essa, che rimanga Essa stessa.

Che siamo così di Essa, come Essa è di Dio.

Essa è di Dio fino a diventare Sua Madre e noi vogliamo diventare la Madre che partorisca in tutti i cuori, che sono e saranno, l’Immacolata.

Ecco la Milizia dell’Immacolata: farla entrare in tutti i cuori, farla nascere in tutti i cuori; che Essa, entrando in questi cuori e prendendone possesso più perfettamente possibile, possa partorirvi il dolce Gesù, Dio e farvelo crescere fino all’età perfetta.

Che bella missione! … E’ vero? …

La divinizzazione dell’uomo fino a divenire Dio-Uomo per mezzo della Madre di Dio-Uomo

(San Massimiliano Maria Kolbe)

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "LA BELLEZZA DEL TEMPO – Mese di Maggio all’Immacolata: Tredicesimo Giorno"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*