La Borraccia n.214

L’ACQUA

…affida al Signore la tua via, in Lui spera ed Egli agirà

(Salmo 36)

I SORSI

1

Cari pellegrini, dinanzi a noi c’è un bellissimo violino. Lo guardiamo, lo ammiriamo e subito immaginiamo che stupenda musica possa uscirne. Ma perché questo avvenga, occorre qualcuno che lo sappia suonare. Più costui sarà bravo, più bella musica ne verrà fuori.

2

L’acqua di questa borraccia dice che l’uomo deve affidare a Dio la sua vita. Se farà questo, l’uomo potrà davvero sperare perché Dio agirà per il meglio nella sua vita.

3

Cari pellegrini, chiedere grazie a Dio è importante, decisivo e perfino doveroso. Guai se ci mettessimo a pensare che Dio non abbia tempo per noi, oppure che non dobbiamo stancare Dio. Dio vuole essere importunato da noi. Vuole che lo pensiamo. E’ come un padre che si dispiacerebbe se il proprio figlio, attanagliato da problemi, non glieli comunicasse e non lo rendesse partecipe.

4

Ma qual è la grazia per eccellenza che dobbiamo chiedere a Dio? E’ quella di dirgli: fa di me ciò che vuoi. Signore, la mia vita è tua.

5 

In questo modo la nostra vita si voterà alla Speranza. Quella vera, che non è incertezza, ma certezza che in Dio si compirà ciò che ancora non si è compiuto.

6

E cosa si compirà? L’agire di Dio nella nostra vita. Il fatto cioè che la nostra vita diventerà veramente conforme al Vero, al Buono e al Bello.

7

In questo modo -solo in questo modo- la nostra vita sarà come quel violino che potrà dare il massimo di se stesso, perché affidato al miglior violinista che esista.

8

Solo così verrà fuori la vera melodia, quella della Somma Verità, della Somma Bontà e della Somma Bellezza.

Al Signore Gesù

Signore, ti consegno la mia vita.

Così in essa splenderà la Speranza.

E così essa verrà finalmente governata da Te, unica stupenda e vera Signoria.

Alla Madre Celeste e dello Splendore

Madre, tu sei il più  bello e soave strumento che Dio abbia mai creato.

La “musica” che esce da Te è la vera “musica” di Dio.

Vivere con Te è vivere nell’autentica melodia dell’esistere.

Madre, accompagnami nel cammino di questo giorno.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "La Borraccia n.214"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*