La Borraccia n.82

Tra gli strumenti di un cammino vi è la borraccia con cui portarsi dietro dell’acqua per idratarsi. Fuor di metafora, ne Il Cammino dei Tre Sentieri la “Borraccia” è la meditazione. I vari punti sono i “sorsi” della meditazione.

L’ACQUA

I giusti vivono per sempre e la loro ricompensa è nel Signore…

(Sapienza 5,16)

I SORSI

1

Cari pellegrini, sul nostro cammino c’imbattiamo in questa bella scena: un innamorato incontra la sua innamorata e le dona un fiore. Forse è una scena, oggi, non molto frequente; ma -diciamocelo francamente- è una bella scena. Ve ne fossero…

2

Cari pellegrini, si sa che l’uomo e la donna hanno psicologie profondamente diverse; tanto diverse che si completano vicendevolmente in maniera perfetta. La psicologia dell’uomo si completa in quella della donna; e la psicologia della donna si completa in quella dell’uomo. E’ un’armonia che da tempo cercano di distruggere in tutti i modi, ma non riusciranno mai a farlo, perché è nell’ordine naturale delle cose posto dal Creatore.

3

La psicologia della donna ha bisogno di segni concreti che “significano” realtà spirituali, di per sé invisibili. La donna, infatti, a differenza dell’uomo tende è più legata al “concreto”. L’uomo, invece, tende più alla concettualizzazione. Ed ecco perché la donna desidera che l’amore possa essere significato da un piccolo gesto o da un dono bello e delicata quale può essere un fiore.

4

Ella sa bene che la sostanza non è nel fiore, quanto ciò che è “dietro” il fiore, ma le piace che ci sia qualcosa che “significhi” il sentimento. Ella sa bene che ciò che conta e di cui ha bisogno è l’amore dell’innamorato e non il fiore in sé, ma le piace quel segno.

5

In questo dice bene il poeta francese Paul Claudel (1868-1955): “Un fiore è breve, ma la gioia che dona in un minuto è una di quelle cose che non hanno un inizio o una fine.”

6

Cari pellegrini, andiamo a rileggere le parole che fanno da acqua di questa borraccia: “I giusti vivono per sempre e la loro ricompensa è nel Signore…” Dunque, la ricompensa che ci sarà data non è con il Signore, bensì nel Signore. Non si tratta di una specificazione sottile e forzata, ma reale.

7

Cosa sarà infatti il Paradiso se non il “possesso” di Dio? Ed è da questo possesso che sperimenteremo la massima felicità possibile per noi.

8

La buona teologia dice, infatti, che la beatitudine del Paradiso si divide in due tipi, quella accidentale e quella sostanziale. L’accidentale è costituita dalla gioia di beni creati, qual’è la completa assenza di dolori, disagi, tristezza, ecc… La sostanziale è Dio stesso. In realtà nella sostanziale va operata una differenza tra oggetto primario e secondario. L’oggetto primario è Dio stesso, quello secondario l’amore e la conoscenza delle creature attraverso Dio.

9

Dunque, non è nei benefici che Dio può donarci, bensì è unicamente in Dio la nostra piena realizzazione e felicità.

10

Insomma, cari pellegrini, se ci riflettete, il Dio della Scrittura, ovvero il Dio Cattolico, perché il Dio dell’Antico testamento è lo stesso del Nuovo, e quello del Nuovo è il Dio che ha voluto la Chiesa Cattolica… dicevamo: il Dio Cattolico è un Dio che si comporta con noi proprio come un innamorato verso la sua innamorata. Ci dona un fiore, ma per dirci: Guarda, che nel fiore ci sono Io ed è di me che hai bisogno. Io la tua sola felicità!

Al Signore Gesù

Signore, alcune volte, con le prove che permetti nella mia vita, vuoi verificare se io ti amo veramente.

Quante volte, infatti, ho corso il rischio di amare più i tuoi doni che Te stesso?

Togliendomi le Tue consolazioni, rimani solo Tu come unica Speranza. E questo deve bastarmi.

Alla Madre Celeste e dello Splendore

Madre, Tu sei la creatura che, amata, nulla toglie a Dio; anzi: riporta totalmente a Lui.

Più ti amiamo, e più ci accorgiamo che la nostra ricompensa è solo in Dio.

Più ci stringiamo a te, e più ci stringiamo al Tuo Divin Figlio.

Madre, accompagnami nel cammino di questo giorno.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "La Borraccia n.82"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*