LA SELEZIONE CATTOLICA – Riparazione per il gay-pride di Reggio: un vero prete risponde ad un prete che non vuol fare il prete!

FONTE: facebook.com

Don Giorgio Bellei (modenese, parroco chiesa Spirito Santo) risponde a Don Gerardo Goccini (responsabile pastorale Reggiana) che ha voluto prendere le distanze dalla Processione riparatrice:

“Lei dice che il gay pride ha intento provocatorio. Ma poi se la prende solo con la contro provocazione della processione. Dimentica di dire che i cortei arcobaleno non manifestano solo idee ma con i carri e gli atteggiamenti, mettono in mostra una sessualità oscena e disgustosa il cui unico fine è l’erotismo. Questo fa la differenza tra le due provocazioni ma lei sbaglia di grosso quando afferma che il pregare in riparazione dei peccati altrui è un atto di presunzione».

«Continua affermando che la Chiesa ha trovato la sua posizione di madre e padre che non giudica, ma accoglie e accompagna (e allora perché dobbiamo giudicare i mafiosi?). Non dimentichi di dire però che accompagna alla conversione, che consiste nel ripudiare il peccato e fare di tutto per emendarsi. Altrimenti la bella parola “accompagnare” risulta vuota. Uno slogan, pontificio fin che vuole, ma che senza conversione lascia nel peccato e nell’inferno»

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "LA SELEZIONE CATTOLICA – Riparazione per il gay-pride di Reggio: un vero prete risponde ad un prete che non vuol fare il prete!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*