LA SELEZIONE CATTOLICA – I bambini e l’Eucaristia… e il caso di Giacinta e Francesco di Fatima

FONTE: cordialiter.blogspot.it
TITOLO: Formazione eucaristica dei bambini
AUTORE: Fratel Candido
Vogliamo sviluppare nel bambino la vita soprannaturale? Mettiamolo spesso a contatto con la sorgente di quella vita, che è Gesù Eucaristia. “Io sono il pane di vita” (Gv 6, 48). “Chi mangia la mia carne e bove il mio sangue ha la vita eterna” (Gv 6, 54). Parliamo al bambino dell’amore di Gesù e di quanto desidera che lo andiamo a ricevere e a visitare! I bambini sono sensibilissimi al linguaggio eucaristico, non sanno spiegarselo, ma hanno in sé un desiderio innato di Gesù, di unirsi a Lui; e se la grazia trova dei cuori ben disposti e buoni educatori, si notano prodigi di precocità nel desiderio dell’Eucaristia.
 
Un giorno in una chiesa quasi deserta, un ragazzino di sette anni pregava tutto solo in un banco. A un certo punto si sposta e va vicino alla balaustra. Dopo un po’ va sui gradini dell’altare, poi prende uno sgabello e sale sulla mensa… Una signora che stava in chiesa, lo richiama. “Vieni giù, che fai li? Scendi!”. Il bambino, indicando Gesù nel Tabernacolo, con aria innocente risponde “Ma io gli voglio bene!”. Quei bambino era il futuro San Pietro Chanel, martirizzato in Australia.
 
UNA CONFERMA DAL CIELO
 
Nel 1916, un anno prima che la Madonna apparisse a Fatima, ai tre bambini prescelti dal Cielo, Lucia, Francesco e Giacinta, è apparso per tre volte un Angelo. Nelle prime due apparizioni l’Angelo ha invitato i tre bambini alla preghiera e al sacrificio per la conversione dei peccatori e per la pace del mondo.
 
Nella terza apparizione, sorreggendo un calice con sopra una candida Ostia, dalla quale cadevano nel calice alcune gocce di Sangue, l’Angelo ha suggerito ai tre bambini una bella preghiera: “SS.ma Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, Ti adoro profondamente e Ti offro il preziosissimo Corpo, Sangue, Anima e Divinità di Nostro Signore Gesù Cristo, presente in tutti i Tabernacoli del mondo, in riparazione degli oltraggi con cui è offeso e per gli infiniti meriti del suo Sacratissimo Cuore e del Cuore Immacolato di Maria, Ti domando la conversione dei poveri peccatori”.
 
Detto questo, l’Angelo ha dato l’Ostia Santa a Lucia e il calice a Francesco e a Giacinta: “Prendete il Corpo e il Sangue di Gesù Cristo, orribilmente oltraggiato dagli uomini ingrati. Riparate i loro delitti e consolate il Vostro Dio”.
 
Lucia, Francesco e Giacinta avevano solo 9, 8 e 6 anni…!!! Quel Messaggero del Cielo ha confermato la decisione presa da San Pio X, di ammettere alla Comunione i bambini anche in tenera età. Un episodio che consola e fa molto riflettere!

[Brano tratto da “Lasciate che i fanciulli vengano a Me”, di Fratel Candido delle Scuole Cristiane, titolo originale: “Formiamo il bimbo al soprannaturale”, “L.I.C.E.”]

Dio è Verità, Bontà e Bellezza
Il Cammino dei Tre Sentieri
Share on:

Be the first to comment on "LA SELEZIONE CATTOLICA – I bambini e l’Eucaristia… e il caso di Giacinta e Francesco di Fatima"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*