LA SOSTA – Jovanotti fa carità ai cani abbandonati… ma perché non anche ai bacherozzi? Che ci fosse un po’ di razzismo biologico?

Jovanotti fa il generoso con i cani. Dona 15 quintali di crocchette chili al canile di Firenze (repubblica.it). E l’Italia si commuove.

Ma ci chiediamo: perché ai cani sì e ai bacherozzi no?

Se ogni vita, in quanto dato biologico, deve essere rispettato, allora perché cani, gatti, uccellini vanno rispettati e i bacherozzi no?

In realtà, non ci si riflette ma certo amore per gli animali da compagnia attesta il contrario di ciò che afferma l’animalismo. Gli animali da compagnia fanno tenerezza perché, nella logica della creazione, simboleggiano qualcosa di positivo; mentre ci sono altri animali che simbolicamente rimandano a qualcosa di negativo. Infatti, tutti diciamo: che bel cagnolino, che bel gattino… ma nessuno dice: che bel scarafaggino, che bel serpentello, ecc…

Dunque, i casi sono due. O certe cose avvengono perché ci sono degli animali che destano tenerezza e altri no. Oppure lo si fa per spirito animalista, ma, se è questo, si cade inevitabilmente in una sorta di “razzismo biologico” o, più precisamente, “specista”: perché quell’animale sì e quell’altro animale no?

Bacherozzi di tutti il mondo unitevi e fate rispettare i vostri diritti! Tanto, in questo mondo capovolto, non si sa mai: forse vi andrà bene.

Concludiamo seriamente: ecco perché è giusto fare la carità agli uomini e solo a loro. Per giunta ne avremo un compenso anche da Dio.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Share on:

4 Comments on "LA SOSTA – Jovanotti fa carità ai cani abbandonati… ma perché non anche ai bacherozzi? Che ci fosse un po’ di razzismo biologico?"

  1. Questo articolo termina con le parole ” è giusto fare la carità solo agli uomini”. Da persona credente e anche molto amante degli animali, rimango molto male e delusa. Credo che si debba fare la carità a ogni essere bisognoso e soprattutto credo che amare i nostri amici animali non sia deprecabile, anzi. Non trovo corretta l’assimilazione tra un cane e uno scarafaggio, mi pare sia del tutto tendenziosa e sciocca. Ci sono studi scientifici che dimostrano un effetto fortemente terapeutico di certi animali sugli uomini, sui bambini down, sugli anziani, parlo di cani, gatti, cavalli, coniglietti, ecc, non certo scarafaggi e bacherozzi. Gli animali, creature di Dio, ci aiutano, ci amano, ci fanno stare bene. Battersi anche per loro e contro gli atti disumani che noi bravi essere umani facciamo su di loro credo sia doveroso. Pensare che sia cristiano fare la carità solo agli uomini e desumere perciò che aiutare gli animali non sia cristiano, lo trovo veramente ingiusto. Frutto di un pensiero malato, non cristiano.

    • Cara amica,
      nell’articolo non neghiamo la positività dell’amore verso gli animali. Tant’è che abbiamo parlato di una simbologia che è presente in essi. Che attraverso la natura si arrivi a Dio, è fuor di dubbio. Ciò che però vogliamo denunciare è un amore sproporzionato verso di essi. Un renderli umani. Si tenga, invece, presente che il Cristianesimo afferma che solo l’uomo è stato creato a d immagine e somiglianza di Dio. Gli animali possono essere “usati” dagli uomini, ovviamente “usati” non “abusati”. La Bibbia a riguardo è chiarissima. Ciò che lei allude a proposito della differenza che esiste e un’latra specie animale, è una differenza relativa a come gli animali si comportano nei nostri confronti, ma non ad una differenza di ordine ontologico. E ciò dimostra ciò che dicevamo. Il Vangelo parla chiaro. Quando Gesù fa riferimento alle opere di misericordia corporale (“Ho avuto fame, ho avuto sete…”) fa riferimento agli uomini e non agli animali. Gesù stesso, come tutti i santi, non disdegnavano di mangiare carne. A meno che non lo imponesse la penitenza.

      Dio è Verità, Bontà e Bellezza
      Il Cammino dei Tre Sentieri

  2. zaira de bonis | 28 dicembre 2016 at 17:35 | Rispondi

    CARO “INUMANO” NONCHE’ SOCIALMENTE INUTILE IN QUESTA TUA UNICA VITA….QUANDO MAGARI TI CROLLERA’ IN TESTA LA CASA(MAGARIIIII) O SPARIRAI PER QUALCHE MOTIVO(MAGARIIIII),I CANI CHE JOVANOTTI SFAMA MI AUGURO CHE NON VENGANO A CERCARE TE!!!!!……SALUTAMI DIO QUANDO PASSERAI ALLA TUA TANTO AMATA VITA ETERNA………PORACCCCCIO!

    • Cara amica,
      lei ci offende… ma accettiamo anche questo, non c’è problema. Tutto concorre alla Gloria di Dio. Ci chiediamo, però, come mai lei, che tanto ama gli animali (anche noi amiamo gli animali, ma nel senso dovuto), nutra tanto livore per l’uomo che non ha le stesse sue idee. Non le sembra, questa, una contraddizione che finisce col darci ragione?

      Dio è verità, Bontà e Bellezza
      Il Cammino dei Tre Sentieri

Leave a comment

Your email address will not be published.


*