LA SELEZIONE CATTOLICA – Perché l’Italia “civile” che sfila per l’integrazione non riflette su queste realtà?

FONTE: ansa.it

TITOLO: Il Tevere abbandonato, le piccole favelas lungo gli argini

Mentre in città si combatte una battaglia politica a colpi di dichiarazioni e ramazza tra M5S e Pd per eliminare quanti più rifiuti da parchi, giardini e strade, nessuno sembra accorgersi della situazione di degrado che vivono il Tevere e le sue sponde. Nascosti nella boscaglia e visibili soprattutto navigando sul fiume, nomadi e immigrati vivono in insediamenti abusivi sugli argini tra sporcizia e abbandono. Nel cuore della città tra Ponte dell’ Industria, più noto come ponte di ferro, e il ponte della Scienza, un gruppo di persone, soprattutto nomadi, ha stabilito il suo quartier generale: tende, tavolini, grigliate, giacigli di fortuna e baracche e tende per rifugiarsi. A poco distanza due discariche: in una tra bottiglie, indumenti e resti di cibo anche tanti portafogli e borse, in un’altra, insieme a cumuli di rifiuti, anche ciò che rimane di fili di rame.

Nel tratto di fiume compreso tra l’ex Mattatoio e piazza dell’Emporio stessa scena, altro insediamento, altra discarica…fili di panni stesi e gente che gioca a carte. Addirittura all’interno della Cloaca Massima, il più grande dei collettori di epoca romana ancora funzionante, qualcuno ha creato una sorta di mini-appartamento, dove ci dorme e ci vive indisturbato.

(…)

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "LA SELEZIONE CATTOLICA – Perché l’Italia “civile” che sfila per l’integrazione non riflette su queste realtà?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*