LA SELEZIONE CATTOLICA – Toh! Adesso ci dicono che lo shopping non dà felicità… sarebbe bastato andarsi a rileggere Leopardi

Il Cammino dei Tre Sentieri: Già Leopardi ci dice che la condanna del vivere umano è soddisfarsi unicamente dell’attesa. Il sabato è più bello della domenica, perché una volta arrivato il giorno di festa, esso è troppo “piccolo” per soddisfare la “fame” d’Infinito che albera nel cuore dell’uomo. Possono dunque gli acquisti soddisfare questa “fame”?

FONTE: ansa.it

TITOLO: Shopping compulsivo? Inquina e non dà la felicità

AUTORE: Alessandra Magliaro

L’acquisto compulsivo di abiti, stortura dell’occidente benestante, oltre ad essere una vera e propria dipendenza (più o meno lieve, comunque non la peggiore) ha altri due risvolti negativi: un impatto ambientale non indifferente e dopo l’emozione dell’acquisto non rende affatto felici. Sono le conclusioni di un report commissionato da Greenpeace in Cina, Hong Kong, Taiwan, Italia e Germania tra il dicembre 2016 e il marzo 2017 in occasione del Copenhagen Fashion Summit, il principale forum mondiale dell’industria per la moda sostenibile.
“I nostri sondaggi mostrano che lo shopping binge è seguito da una sbornia emotiva, fatta di vuoto, di colpa e di vergogna.
Le persone cominciano a rendersi conto di essere intrappolate in un ciclo insoddisfacente di moda, dell’ossessione di seguire i nuovi effimeri trends e che infine la sovrabbondanza di abiti che posseggono non porta a una felicità duratura. Le marche di abbigliamento dovrebbero cambiare radicalmente il proprio modello di business spostando l’attenzione dalla produzione dalla quantità verso la qualità e la durata”, afferma Kirsten Brodde, protagonista della campagna Detox my Fashion.

(…)

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "LA SELEZIONE CATTOLICA – Toh! Adesso ci dicono che lo shopping non dà felicità… sarebbe bastato andarsi a rileggere Leopardi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*