LA SOSTA – La generazione “neet”: il nichilismo e il sofà.

Scrive ilgiornale.it:

Si alzano tardi la mattina, abitano ancora con mamma e papà e ciondolano fra telecomando e bar. Sono i giovani della generazione divano, quelli che la sociologia definisce Neet (acronimo di not in employment education or training), i ragazzi «né studio né lavoro». Non vanno a scuola, non frequentano corsi di apprendistato e vivono ancora di paghetta o di qualche lavoro saltuario.

Anche questo è un segno dei tempi. Che colpisce tutte le famiglie.

A che si deve? Alla mancanza di lavoro? Certamente. Lo abbiamo detto anche in un nostro recente intervento (clicca qui) che una delle conseguenze della mancanza di occupazione è l’avvitarsi nell’ozio e nell’apatia.

Ma -come abbiamo detto sempre nello stesso intervento- non è solo questo.

C’è qualcosa nell’aria che non va, nel senso che la cultura dominante spinge a non attivarsi, a non spendersi, a non sacrificarsi, a non stringere i denti.

Un grande santo come san Pio da Pietrelcina diceva in dialetto: “Mazza e panella fanno i figli belli”, cioè la “punizione e il dar da mangiare crescono bene i figli” .

La “mazza” non è necessariamente la punizione fisica, è il rigore, la regola, il capire che la vita è dura e che bisogna vivere nelle rinunce per prepararsi a questa durezza. Come avviene nello sport. Per fare una maratona non ci si può improvvisare. Occorre allenarsi, allenarsi e allenarsi.

Ma oggi, quale educatore fa capire questo? Forse a parole queste cose si dicono anche, ma nei fatti?

Com’era prevedibile, si è realizzato il connubio: nichilismo e sofà.

La generazione che diceva “tutto è politica”, che inneggiava alla lotta, ha partorito figli da pantofole e da divano. Che, nei casi migliori, fa la guerra con i cuscini.

Ecco perché lo stesso san Pio da Pietrelcina un giorno disse: “Verrà un tempo in cui ai figli non basteranno lacrime per piangere gli errori dei propri genitori!

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "LA SOSTA – La generazione “neet”: il nichilismo e il sofà."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*