LA SOSTA – La Provvidenza ha scelto per l’Italia la vocazione della Bellezza

Beautiful cypress-lined road in the light of the setting sun

Una notizia che non fa notizia. Forse anche apparentemente poco importante: sempre più cittadini cinesi scelgono l’Italia per celebrare le loro nozze.

Ovviamente i cinesi sono persone precise e così si affidano ad un wadding planner per curare l’evento nei minimi particolari.

L’adnkronos c’informa che Diletta Alliata ed Elisabetta Bucci Casari di Villafranca hanno aperto un’agenzia di wedding planning da poco più di un anno e che hanno ricevuto molte richieste di cittadini residenti in Cina per sposarsi in Italia.

Lasciamo stare che tipo di matrimonio vogliono celebrare, così pure le loro reali e sincere motivazioni a sposarsi, ciò che è interessante è che l’Italia continua ad affascinare… malgrado i suoi non pochi problemi.

Un fascino che attira coloro che vogliono fare turismo, ma anche coloro che vogliono immortalare qui, in Italia, un evento importantissimo della propria vita.

Vi chiederete: ma perché fare una “sosta” su questa notizia?

Ve lo diciamo subito.

Come Cammino dei Tre Sentieri crediamo che tutto ciò che Dio ha voluto debba rispondere ad una ben precisa vocazione, che ovviamente è primariamente quella di rendere gloria a Dio.

Ebbene, la vocazione è degli animali (che rendono gloria a Dio inconsapevolmente), è degli uomini, ed è anche delle nazioni.

E quale sarebbe la vocazione dell’Italia?

E’ primariamente quella della bellezza.

Forse non ci avete mai pensato, ma in Italia oltre la metà del patrimonio artistico dell’intero mondo. Insomma, sta quasi tutto qua.

Con ben 50 siti Patrimonio Unesco è il Paese della Grande Bellezza.  Nessuna nazione al mondo può vantarne tanti e di più.

E’ presente non solo la bellezza fatta dall’uomo, ma anche quella della natura.

In Italia c’è tutto: c’è la bellezza del mare e dell’alta montagna, della pianura e della collina. C’è la neve e il sole, ci sono le spiagge per bagnanti inesperti e litorali a strapiombo. C’è la possibilità di fare semplici passeggiate montane, ma anche scalate impervie.

Per non parlare poi della ricchezza e la straordinaria fantasia della gastronomia.

L’Italia è un condensato di ogni bellezza.

Dostoevskji, che di bellezza se ne intendeva (tutti conoscono la famosa frase del principe Mynski: La bellezza salverà il mondo) ha detto dell’Italia:

Per duemila anni l’Italia ha portato in sé un’idea universale capace di riunire il mondo, non una qualunque idea astratta, non la speculazione di una mente di gabinetto, ma un’idea reale, organica, frutto della vita della nazione, frutto della vita del mondo; l’idea dell’unione di tutto il mondo, da principio quella romana antica, poi la papale. I popoli cresciuti e scomparsi in questi due millenni e mezzo in Italia comprendevano di essere i portatori di un’idea universale, e quando non lo comprendevano, lo sentivano e le presentivano. La scienza, l’arte, tutto si rivestiva e penetrava di questo significato mondiale.

…E ci meravigliamo che i cinesi desiderino vivere in Italia un momento importantissimo della loro vita?

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

 

Share on:

Be the first to comment on "LA SOSTA – La Provvidenza ha scelto per l’Italia la vocazione della Bellezza"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*