LA SOSTA – Manifesti a Roma: a problemi seri si deve rispondere con strumenti seri

Offriamo qualche riflessione in merito ai manifesti comparsi a Roma con cui ironicamente si è colpito il “misericordismo” di papa Francesco.

La prima riflessione da farsi è che siamo nell’ambito delle cosiddette “pasquinate”. Come molti hanno già scritto, non c’è nulla di nuovo sotto il sole… o meglio: nulla di nuovo sotto il Cupolone. Le “pasquinate” hanno sempre colpito il potere di turno e, essendo a Roma, i Pontefici. Anche se è passata alla storia quella nei confronti di Napoleone: “A Pasquì, è vero che tutti i francesi so ladri? Tutti no… ma bonaparte sì!” 

La seconda riflessione riguarda il metodo. Il Cammino dei Tre Sentieri è sempre stato critico (e sempre lo sarà) nei confronti di quelle affermazioni del Santo Padre che ritiene essere in palese rottura con l’insegnamento di sempre della Chiesa; così come nei confronti  di alcune sue disposizioni. Ma, fatta questa premessa, un’uscita di questo tipo (l’affissione di quei manifesti) ci sembra sminuire di gravità e di serietà il legittimo e doveroso dissenso verso gli orientamenti di questo pontificato. A problemi seri si deve sempre rispondere con strumenti seri.

La terza riflessione riguarda le reazioni, dove un po’ tutti stanno rischiando di perdere la faccia. Non solo alcuni ambienti critici di papa Francesco sono arrivati un po’ troppo ad identificarsi con questi metodi, ma anche i cosiddetti “normalisti”. Questi, per vederci chissà quale complotto, hanno finito con lo screditarsi. Molti di loro non sanno distinguere nel mondo del dissenso agli orientamenti di papa Francesco, e scioccamente non capiscono che la realtà è molto più complessa di quanto appaia. Alcuni sono arrivati a dire che dietro questa operazione ci sia chissà quale “disegno” e “finanziamento”, quando si sa che per stampare dei manifesti e affliggerli abusivamente basta una sezione o un bar di quartiere e non certo chissà quale agenzia occulta internazionale.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri 

Share on:

Be the first to comment on "LA SOSTA – Manifesti a Roma: a problemi seri si deve rispondere con strumenti seri"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*