LA SOSTA – Spionaggio a Roma. Vediamo di capirci qualcosa.

Diciamo qualcosa a proposito della scoperta di rete spionistica guidata dai fratelli Occhionero.

Come al solito offriamo poche parole per cercare di capire, capire noi e far capire agli altri. Ovviamente con la speranza di riuscirci.

Dobbiamo partire da una domanda: Poteva servire solo ai due fratelli Occhionero la sofistica macchina spionistica? Evidentemente no.

E allora lo facevano per cosa? Con ogni probabilità per cedere importanti informazioni.

A quali possibili destinatari?

A riguardo ci sembra si palesino due possibilità: o a coloro con intenzione di influire o a coloro con intenzione di controllare.

Influire nel senso di intervenire, fare pressione, prendere eventuali contromisure.

Oppure, abbiamo detto, per controllare. 

E qui il controllo può essere duplice: o un controllo di Paesi esteri (per il classico spionaggio internazionale); o un controllo di poteri forti e occulti per controllare che chi è al potere agisca secondo le promesse date.

E qui, cari pellegrini, la questione si complica e di molto, perché sottende un’altra grande questione ancora, ovvero se a governarci siano coloro che formalmente governano o altri.

Non dimentichiamo che con la nascita della modernità il potere politico prese due direzioni.

La prima: la crescita a dismisura di questo potere fino alla deriva assolutista e, poi, totalitaria.

La seconda: la riduzione di questo potere a “funzione” di qualcos’altro, come una sorta di strumento per poteri occulti.

Poi, si potrebbe fare un’altra riflessione ancora, ma questa è più “spinta”. Da tempo si spia a destra e a manca. Adesso gli Americani accusano i Russi con una faccia di bronzo non indifferente, se è vero, come è vero, che non molto tempo fa Obama dovette scusarsi con la Merkel per lo scandalo witileaks. Ma le elezioni non vanno più come devono andare (Brexit, Trump…) e le illazioni che vengono fatte vertono proprio sull’influenza negativa di attività di spionaggio… e queste sono diventate automaticamente “cattive”, come in realtà dovrebbero esserlo… sempre e comunque, indipendentemente da chi vinca, indipendentemente da chi perda.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Share on:

Be the first to comment on "LA SOSTA – Spionaggio a Roma. Vediamo di capirci qualcosa."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*