La “Via Pulchritudinis” con Gerard Ter Boch

Noi de Il Cammino dei Tre Sentieri siamo convinti che è importante ribadire che Dio è Somma Verità, Somma Bontà e Somma Bellezza. Che la Verità Cattolica non solo è “vera” ma è anche “bella”, che essa non solo soddisfa pienamente l’intelligenza con la sua inappuntabile logica, ma anche il cuore con il suo costitutivo e irresistibile fascino. Ed ecco perché le nostre meditazioni devono muovere anche dalla contemplazione della Bellezza, utilizzando quella che si è soliti definire la “Via Pulchritudinis”… appunto: la “Via della Bellezza”, che è il Terzo Sentiero de “Il Cammino dei Tre Sentieri”

L’OPERA

 Una cameriera che munge una mucca in un fienile (anno 1654) dell’olandese Gerard Ter Boch (1617-1681) – Museo J.Paul Getty Museum (Stai Uniti)

E’ una scena semplice, semplicissima, ma riassuntiva di ciò che è la vita e di ciò che è il mondo; il mondo quello vero, quello che è secondo la legge naturale e non nella testa di qualche ideologo ed intellettuale.

Una donna semplice, una cameriera, sta mungendo una mucca. Lo fa perché chi deve servire possa beneficiare del nutrimento del latte. Sicuramente a doverne beneficiare sarà qualche bimbo e forse sarà anche qualche ammalato che ormai può nutrirsi solo di latte caldo.

La donna lavora. Si serve dell’animale e questo assume un’espressione che sembra esprimere un’accettazione doverosa. Certo, è solo un’impressione, ma un’impressione chiara. L’altra mucca sembra attendere che venga il suo turno per poter anch’essa donare. E’ la natura che si mette a servizio.

Il tutto avviene in un’atmosfera non di scontro, ma di serena armonia.

Una scena di vita semplice e di campagna in cui non c’è spazio per il disordine. Eppure -se ci si fa caso- il disordine c’è. E’ solo una stalla ciò che viene raffigurata. Una stalla dove giocoforza nulla può essere pienamente ordinato: a terra c’è del fieno, un secchio è capovolto. Probabilmente -anzi certamente- l’odore non è dei migliori… eppure c’è un ordine… meglio: c’è l’Ordine, quello con la “O” maiuscola: l’Ordine del vivere!

E’ l’Ordine secondo ogni figura serve e agisce per il giusto fine. La cameriera sta servendo chi attende il latte. Gli animali servono donando ciò per cui il buon Dio li ha creati.

E’ una stalla. Non è una stanza regale.

Ma una stanza regale in cui si commette un peccato diventa il Disordine. Qui c’è una stalla, semplice, umida, non ramazzata… ma è un luogo di servizio…

…e dove c’è il servizio per il giusto fine, lì c’è l’Ordine e c’è la Verità!

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Share on:

Be the first to comment on "La “Via Pulchritudinis” con Gerard Ter Boch"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*