Lo Sguardo – La neve che cade

La neve che cade richiama concetti e sensazioni particolari. Apparentemente un po’ contraddittori.

Quando cade la neve fa freddo. Se non adeguatamente coperti e armati di buona volontà, non si riesce a stare molto tempo all’aperto. Eppure si tratta di uno spettacolo a cui è difficile rinunciare. Soprattutto se si è bambini.

Fa freddo , ma sembra che ci sia un calore che sostiene.

E’ il calore della bellezza che si para stupendamente dinanzi allo sguardo.

E non si tratta di una bellezza che è tale solo perché accade non frequentemente. No, è una bellezza che si riattualizza e si sperimenta ogni qualvolta che si è in quella situazione.

E’ il candore che scende soffice, lentamente e senza far rumore …e poi meravigliosamente imbianca tutto.

La carezza è diversa dallo schiaffo. E tutt’altra cosa. Lo schiaffo offende e vuole allontanare, quasi distruggere. La carezza, invece, loda, vuol avvicinare e anche risanare.

La neve loda e non schiaffeggia la natura: l’abbellisce.

La neve accoglie e non allontana violentemente la natura: si posa delicatamente.

La neve che cade ci ricorda che tutto è stato pensato per il nostro bene in una logica di tenerezza.

La neve che cade? E’ una carezza!

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "Lo Sguardo – La neve che cade"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*