L’Occidente ha paura di sentirsi “cristiano”, ma non ha paura di divenire sempre più ridicolo…

Cari pellegrini, com’era prevedibile e com’era già chiaro ormai da tempo, l’Occidente ha paura di presentarsi come “cristiano”. Una paura che lo rende ridicolo, perché solo così ci si può ridurre quando si tradisce la propria storia. E cosa c’è di più vero e di più temporalmente vincolante della data con cui si fa iniziare la propria storia? Ebbene, nel Regno Unito si è arrivati al punto di modificare la dicitura “Prima di Cristo” e “Dopo Cristo”. Leggete la sintesi di questo articolo che abbiamo selezionato da ilgiornale.it:

Sembra di leggere 1984 di George Orwell, dove alcune parole erano vietate nella neolingua. Tutto doveva essere pensato (e detto) secondo i rigidi canoni del Grande Fratello. Guai a immaginare qualcosa fuori dagli schemi. Peggio ancora dirlo. 

E così in molte scuole del Sussex e dell’Essex la sigla tradizionale del calendario gregoriano (a.C. e d.C.) verranno sostituite con “B.c.e.” “C.e.”, ovvero Prima dell’era comune ed Era comune. L’obiettivo è quello di compiacere il novello Grande Fratello, ovvero il politicamente corretto. Nel nuovo programma per le scuole, come riporta il Daily Mail, si legge: “B.c.e. e C.e. verranno da oggi utilizzati per mostrare sensibilità nei confronti di coloro che non sono cristiani”. 

(…)

Solamente un mese fa, la Lidl aveva deciso di cancellare le croci dalle confezioni di cibo greco, dando questa motivazione: “Siamo un’impresa che rispetta la diversità e questo desiderio è alla base della scelta adottata per questo imballaggio”. E anche il Real Madrid ha deciso di rimuovere la croce dallo stemma delle maglie che vengono vendute negli Emirati, in Arabia Saudita,  Qatar, Kuwait, Bahrein e Oman. 

Ma è sempre la Gran Bretagna ad essere un passo “avanti”. L’anno scorso a Rochester è stata oscurata l’immagine di san Giovanni evangelista per non turbare i viaggiatori non cristiani. E, tornando ancora indietro nel tempo, anche la NASA aveva scoraggiato l’uso di “prima di Cristo” e “dopo Cristo”, spingendo per usare i termini Prima dell’era comune e Era comune. Singolare il fatto che dal primo ottobre l’Arabia Saudita abbia adottato il calendario gregoriano, abbandonando quello islamico. 

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

4 Comments on "L’Occidente ha paura di sentirsi “cristiano”, ma non ha paura di divenire sempre più ridicolo…"

    • Egidio Antonini | 5 ottobre 2017 at 18:54 | Rispondi

      Vedere anche su “il dizionario della Bibbia” a cura di Paul J. Achtemeier edizioni Zanichelli 2003 prefazione (compiaciuta) di Enzo Bianchi:
      …..inoltre esso si presenta attento e rispettoso….la periodizzazione storica è espressa non con un a.C. e d.C. ma con a.e.v. ed e.v. cioè non con un riferimento a Cristo, ma all’era volgare.

  1. Nauseata come Vittoria Taddeo ed Egidio Antonini…

  2. Albione, Albione, come sfuggirai al Giudizio di Dio?

Leave a comment

Your email address will not be published.


*