Meditiamo su san Giuseppe… nell’anno a Lui dedicato

Rubrica a cura di Pierfrancesco Nardini

San Giuseppe: quando l’antiprotagonismo diventa il vero protagonismo.

Il protagonismo è l’ “atteggiamento tipico di chi è o vuole essere il protagonista di una o di ogni situazione”; vien anche chiarito che “il termine è usato specialmente con riferimento a comportamenti abituali caratterizzati dalla smania di essere in primo piano, di mettersi in mostra, di primeggiare a tutti i costi” (Treccani vocabolario online).

Molto spesso, però, questo atteggiamento diventa controproducente, perché rende antipatici o porta a strafare. Raramente un eccesso in questo senso insomma porta reali vantaggi.

È di conseguenza sempre conveniente avere approcci più umili ed equilibrati.

Il cattolico ha dalla sua il più importante esempio di comportamento umile e nello stesso tempo decisivo: San Giuseppe.

Molti ora chiederanno: San Giuseppe? Quello di cui i Vangeli non riportano parola? Sì, proprio lui.

Colui che, per gli standard “urlati” dei nostri giorni, appare quasi ininfluente, è invece l’esempio più fulgido del più serio e giusto protagonismo.

L’antiprotagonista, insomma, che diventa protagonista!

Perché San Giuseppe, insieme a Maria Ss.ma, è stato protagonista assoluto della prima parte della Vita di N.S. Gesù Cristo, è stato il centro e la forza della Santa Famiglia, è stato colui che ha difeso la Verità!

In un qualsiasi film dei nostri giorni questo sarebbe uno dei ruoli principali.

Se non ci son sue parole, possiamo però confermare con San Bernardo di Chiaravalle che “la lode di San Giuseppe è nel Vangelo”: tutte le azioni da lui compiute per la sua Famiglia bastano ed avanzano per metterlo al centro. E per far sì che sia al centro della devozione dei cattolici

Ecco quindi l’esempio da seguire per non soffrire di protagonismo, ma essere protagonisti della propria vita: l’uomo giusto per antonomasia! E tutto quel che lo contraddistingueva, ossia seguire tutte quelle virtù così derise ai nostri giorni: l’umiltà, la fede, l’onestà e la lealtà, la fortezza, l’affidamento.

Preghiamo allora San Giuseppe, affinché ci renda antiprotagonisti come lui.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

Be the first to comment on "Meditiamo su san Giuseppe… nell’anno a Lui dedicato"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*