Meditiamo su san Giuseppe nell’Anno a Lui dedicato

Rubrica a cura di Pierfrancesco Nardini


Giusto nella legge, nelle parole, nei fatti, nel giudizio della grazia; umilissimo, stimasi indegno di stare con Maria

(Origene)


Giuseppe, sposo di Maria Ss.ma, “era giusto” (Mt 1, 19).

Essere giusti ai suoi tempi significava non solo essere persona seria, responsabile ed onesta, ma soprattutto di fede e osservante la volontà di Dio (cfr. Gen 6, 9).

Era anche “umilissimo”, tanto da non ritenersi degno di stare al fianco di Maria, resosi conto della presenza di Dio nella sua concezione (questa la vera e unica spiegazione del pensiero di lasciarla andare).

Aveva, dunque, San Giuseppe le due virtù necessarie per poter vivere in totale aderenza a Dio: esser giusto (per seguire la Sua legge) ed esser umile (che è a fondamento di tutti i peccati).

Ci sono ancora dubbi nel prendere questo santo come esempio da seguire?


Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

Be the first to comment on "Meditiamo su san Giuseppe nell’Anno a Lui dedicato"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*