Mese del Preziosissimo Sangue – 17 luglio

ESEMPIO 

A San Giovanni Gualberto, nobile fiorentino e valentissimo nelle armi, fu ucciso il fratello Ugo, a causa delle lotte che allora straziavano le famiglie più potenti.
Giovanni giurò vendetta e ricercava l’uccisore per sopprimerlo.
Era il mattino del Venerdì Santo del 1003, quando lo incontrò, faccia a faccia, in un vicolo della città. Immediatamente gli si gettò addosso per ucciderlo. Quel disgraziato, impossibilitato a difendersi, non poté fare altro che chiedergli perdono e pietà in nome di Gesù crocifisso.
Giovanni, con sforzo sovraumano rinfoderò la spada, abbracciò il suo nemico e gli disse: “Sì, solo per Lui, per Gesù Crocifisso ti perdono!” Con l’animo in tumulto entrò in chiesa e si inginocchiò ai piedi del Crocifisso ed ebbe la gioia di vedere quel capo coronato di spine muoversi e chinarsi verso di lui.
Allora Giovanni gettò via la spada, si ritirò a Vallombrosa e fondò l’Ordine dei Monaci Vallombrosani.

RIFLESSIONE

La vera forza non sta ne vincere gli altri, ma se stessi.
Con il Preziosissimo Sangue di Cristo ciò è possibile.
E’ possibile perdonare e amare i propri nemici.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza
Il cammino dei Tre Sentieri

 

Share on:

Be the first to comment on "Mese del Preziosissimo Sangue – 17 luglio"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*