Mese del Preziosissimo Sangue – 2 Luglio

ESEMPIO

Il cardinale Massaia racconta che nel 1863, in Abissinia, due nuovi convertiti, marito e moglie, chiedevano continuamente di essere ammessi alla Santa Comunione. Li accontentò e nella loro capanna, addobbata alla meglio, iniziò la celebrazione della Santa Messa.
Subito dopo la consacrazione del Calice, la donna cominciò a gridare: “Fuoco, fuoco!”.
Le chiese allora la ragione di quel grido ed ella disse: “Quando avete alzato il Calice, ho visto scendere dal cielo un fascio di fuoco; le vostre mani erano infuocate e anche il calice era infuocato”.
Il Massaia pensò ad un’allucinazione o ad un’esaltazione della povera donna e la mise alla prova. Innalzò, dopo la consacrazione, prima un’ostia ed un calice non consacrati, poi quelli consacrati… e dovette ricredersi, perché la donna continuava a vedere rosseggiare di fuoco solo l’Ostia e il Calice consacrati.

RIFLESSIONE

Gesù l’ha detto: la sua presenza è “fuoco sulla terra” (Luca 12).
Fuoco, simbolo dell’amore.
Un Fuoco che dà calore e luce a tutto.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "Mese del Preziosissimo Sangue – 2 Luglio"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*