Vi diciamo perché San Giuseppe Moscati amava tanto comunicarsi nel Santuario di Pompei

San Giuseppe Moscati, grande santo, ma anche grande, grandissimo, medico, luminare di fama internazionale. Ebbene, sapeva come pochissimi mantenersi nell’umiltà. Si racconta che quando aveva difficoltà di stilare una diagnosi, silenziosamente stringeva la Corona del Rosario che portava nella tasca chiedendo lumi alla Madonna. Lui, grande luminare, giustamente chiedeva lumi alla Vergine.

San Giuseppe Moscati più diventava famoso e più voleva sentirsi “piccolo”.  Perché tutti sono piccoli dinanzi a Dio.

Parlando di se stesso ad una conoscente, disse: “Quanta dolcezza io provo nel comunicarmi nel santuario di Pompei. Ai piedi della Madonna mi sembra di diventare più piccolo e le dico le cose così come sono.”

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Share on:

4 Comments on "Vi diciamo perché San Giuseppe Moscati amava tanto comunicarsi nel Santuario di Pompei"

  1. Come vorrei che tutti ti amassero,Regina del Cielo e della terra,fonte di doni d’amore e di perdono,o Maria Santissima scelta dal Padre per la salvezza del mondo intero,aiutaci salvaci e perdonaci.

  2. Sono devota alla SS. Vergine di Pompei…
    ogni anno vado da Colei (la Vergine) alla quale ho affidato la mia vita…
    Da Napoli, prendo la Circum e in mezz’ora sono da Lei.
    Sono contenta di condividere con il Medico Santo questa passione per la Madonna del Rosario.
    grazie
    Sia lodato Gesù e Maria

  3. Recito il Rosario tutti i giorni, quasi sempre da TV Padre Pio.
    Spesso lo recito alle 13 con il Rosario recitato da Lui, oppure recito il Rosario precedente la Messa giornaliera.
    Siano lodati tutti gli Abitanti del Cielo e, particolarmente, Gesù, Maria e Padre Pio.

  4. grazie Vittoria per avermi fatto conoscere questo grandissimo UOMO e Santo che ha cambiato la mia vita.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*