Non c’è problema (o virus) più grave di far morire gli anziani senza sacerdote

di Luciano Castaldi – Profilo Facebook


L’emergenza sanitaria non c’entra. Già da prima, molti preti 2.0 avevano abbandonato la sacrosanta abitudine di visitare gli ammalati, gli anziani, le famiglie.

È una cosa che mi indigna!

Infatti, tra gli anziani chiusi in casa che non ricevono più i Sacramenti perché nessuno arriva ad amministrarglieli (e tra questi benedetti sacramenti non va dimenticato quello della confessione), e certi dipendenti dell’8×1000, non ho alcun dubbio: io sto con i primi.

E pazienza se c’è chi mi giudica poco caritatevole, poco aperto e moderno, poco misericordioso, poco “comprensivo” e accomodante.

Ribadisco che non faccio guerra a nessuno, che non sono animato da questioni personali.
Qui non è un problema di antipatie. Provo anzi sempre a distinguere tra errori ed erranti. Se dunque anche io sbaglio (in questa come in altre cose), spero di trovare qualcuno pronto ad usare con me la stessa bilancia, lo stesso metro di valutazione…

C’è un episodio della vita di Madre Teresa di Calcutta che ella stessa amava raccontare:

“Le nostre suore, a Roma, stanno facendo un grande lavoro. Visitano le abitazioni dei poveri. Lavano, spazzano e preparano da mangiare per i poveri. In uno di questi giri, si imbatterono in un uomo che dava l’impressione di essere vissuto molto male. Viveva solo, era ammalato : le sorelle fecero le faccende al posto suo tutti i giorni. Un giorno egli disse loro: ” Sorelle, voi avete portato Dio in casa mia. Portatemi anche un sacerdote”.
Portarono un sacerdote che lo confessò. Quel buon vecchio non si confessava da sessant’anni. Il giorno dopo morì, nella pace del Signore. Narrai questo episodio in un incontro, negli Stati Uniti. Al termine, un sacerdote mi avvicinò e mi disse : ” Avevo già deciso di abbandonare il Sacerdozio. Avevo persino spedito una lettera di dimissioni al Vescovo. Dopo aver ascoltato quello che lei ha detto, ritirerò le dimissioni e continuerò il servizio a salvezza delle anime, come sacerdote di Cristo”.


Dio è Verità, Bontà e bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

1 Comment on "Non c’è problema (o virus) più grave di far morire gli anziani senza sacerdote"

  1. Carla D'Agostino Ungaretti | 21 agosto 2021 at 15:24 | Rispondi

    E’ vero purtroppo. Oggi le visite dei sacerdoti agli anziani o ai malati impossibilitati a uscire di casa per andare n chiesa sono diventate rarità. Non per colpa dei sacerdoti, però, ma della scarsità del clero. In questo momento nella mia parrocchia, un’antica parrocchia di Roma tenuta da un importante ordine religioso, ci sono solo due sacerdoti, il Parroco, che io conosco da una vita, e un giovane sacerdote asiatico che studia a Roma e sta imparando l’italiano, ragion per cui, nonostante la sua buona volontà, non è molto facile capirlo. Io prego ogni giorno perché il Signore non mi faccia morire senza aver ricevuto i Sacramenti.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*