Per la ricorrenza del Martirio del Battista chiediamo ai sostenitori della pastorale contemporanea il silenzio. Ci risparmino l’ipocrisia farisaica!

In occasione della ricorrenza della Decapitazione di san Giovanni Battista (29 agosto), riproponiamo una sosta che pubblicammo in occasione della sua festa (29 giugno), che aveva come titolo: San Giovanni battista, poverino… ancora non conosceva l “Amoris Laetitia”.

Gesù definisce san Giovanni Battista il “più grande tra i nati di donna” (Luca 7).

La sua morte fu causata dal voler dire le cose come stavano: accusare dinanzi a tutti il Re Erode per un peccato pubblico, la convivenza con la legittima moglie del fratello.

San Giovanni Crisostomo lo dice chiaramente: “Il più grande tra i nati di donna è stato ucciso dietro richiesta di una ragazza impudica, di una donna perduta; e questo per aver difeso le leggi divine.” (Omelia sul vangelo di San Matteo, 48)

Ci appelliamo alla coerenza e all’onestà intellettuale e chiediamo: quale dovrebbe essere il parere di tanti teologi contemporanei su ciò che toccò al Battista?

Diciamolo francamente: se volessimo applicare gli argomenti della pastorale contemporanea, dovremmo giudicare il “più grande tra in nati di donna” come un “cristiano-ideologico”, un “neo-giansenista”, un “cristiano di dottrina”, se non addirittura una sorta di “esaltato”, un “psichicamente disturbato”.

Povero san Giovanni Battista, incapace di vedere caso-per-caso, di non essere aperto e considerare le singole situazioni… chissà forse Erode, pur essendo in un’oggettiva condizione di peccato, poteva anche trovarsi in una situazione di giustezza morale dinanzi a Dio…

Povero san Giovanni Battista, ancora non conosceva l’Amoris Laetitia

Qualcuno potrebbe obiettare: ma è passato tanto tempo. Certo, è passato tanto tempo, ma anche in quel tempo due più due faceva quattro, e quindi anche in quel tempo il bene era il bene e il male, il male!

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "Per la ricorrenza del Martirio del Battista chiediamo ai sostenitori della pastorale contemporanea il silenzio. Ci risparmino l’ipocrisia farisaica!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*