Per Dio pretendiamo la povertà, ma per noi la ricchezza. I Santi, però, ragionavano diversamente

A proposito della bellezza che si deve alla liturgia e al fatto che nulla si deve lesinare per rendere più maestosa la liturgia stessa, va detto che molti santi ci tenevano a dire che un conto è la povertà personale, altro è invece la “ricchezza” che si deve a Dio.

Noi invece siamo soliti fare il contrario. Pretendiamo la povertà per Dio costruendo chiese brutte e scarne, ma per noi pretendiamo la ricchezza.

A proposito dei Santi, un solo esempio.

San Carlo Borromeo (1538-1584) vendette tutte le ricchezze di famiglia per i poveri e viveva personalmente in povertà, ma per celebrare indossava paramenti di straordinaria bellezza e ricchezza.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Share on:

1 Comment on "Per Dio pretendiamo la povertà, ma per noi la ricchezza. I Santi, però, ragionavano diversamente"

  1. meravigliosa riflessione.GRAZIE

Leave a comment

Your email address will not be published.


*