Perché ci si apre all’aborto più nella cattolica Eire che nell’unionista Irlanda del Nord? La risposta è nella Bibbia

Da qualche giorno si è consumato un paradosso: la cattolica Eire si apre all’aborto, mentre nell’unionista Irlanda del Nord vige una legislazione sull’aborto molto più restrittiva.

Nel giungno del 2017 il governo May, che si regge sull’appoggio di alcuni deputati conservatori dell’Irlanda del Nord (gli unionisti del DUP) stava inciampando perché questi non volevano che ci fosse un emendamento di maggiore apertura sull’aborto, rischiando di votare contro il governo che già sostenevano.

Perchè questo paradosso?

Per rispondere dobbiamo aprirci ad una prospettiva di teologia della storia. E’ una cosa che facciamo molto volentieri. D’altronde è per questo che chiediamo attenzione ai nostri lettori.

La risposta la troviamo nel Libro di Ezechiele (capitolo 33): “O figlio dell’uomo, io ti ho posto come sentinella per la casa d’Israele. Quando sentirai dalla mia bocca una parola, tu dovrai avvertirli da parte mia. Se io dico al malvagio: “Malvagio, tu morirai”, e tu non parli perché il malvagio desista dalla sua condotta, egli, il malvagio, morirà per la sua iniquità, ma della sua morte io domanderò conto a te. Ma se tu avverti il malvagio della sua condotta perché si converta ed egli non si converte dalla sua condotta, egli morirà per la sua iniquità, ma tu ti sarai salvato.”

La risposta la anche nell’Apocalisse (cpitolo 3): “Conosco le tue opere: tu non sei né freddo né caldo. Magari tu fossi freddo o caldo! Ma poiché sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca.” 

In questi due riferimenti scritturali c’è la spiegazione. Dio ai cattolici chiede molto di più, perché conoscono di più. E proprio perché conoscono di più, sono tenuti maggiormanete a diffondere il vero. Il vero naturale (come la difesa della vita sempre e comunque), ma anche ovviamente il vero soprannatruale.

Non farlo implica una responsabilità molto maggiore… che sul piano sociale si paga.

La perdita del popolo, la perdita dei giovani (l’elettorato che ha votato a favore dell’aborto in Irlanda è stato soprattutto quello giovanile) è il massimo fallimento per la Chiesa Cattolica irlandese. Una chiesa che, come abbiamo letto da più parti, ha voluto tenere un profilo “basso”. Talmente basso da far sì che da tempo nessuno si accorga della sua presenza. Un profilo che striscia sulla terra, piuttosto che volare alto …per far volare alti!

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri 

Share on:

Be the first to comment on "Perché ci si apre all’aborto più nella cattolica Eire che nell’unionista Irlanda del Nord? La risposta è nella Bibbia"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*