Questa c’era sfuggita: Tajani che appoggia un gay-pride …degno erede dell’ormai inarrestabile decadimento berlusconiano

Fonte: teleromagna24.it

“Il Parlamento Europeo condanna fermamente qualsiasi discriminazione basata sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere e si rammarica fortemente che i diritti fondamentali delle persone LGBT non siano ancora pienamente sostenuti nell’Unione europea”. Queste le parole scritte di suo pugno dal presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, indirizzate all’Arcigay di Rimini in vista del Summer Pride di sabato prossimo. Tajani ha scritto nella lettera arrivata oggi a Rimini che “l’Unione Europea è fondata sul valore del rispetto dei diritti umani, compresi i diritti delle persone appartenenti a minoranze”. E ha aggiunto: “La nostra istituzione è una convinta sostenitrice dei diritti umani nell’Unione Europea e in tutto il mondo”.

Nel frattempo si allarga la compagine delle adesioni istituzionali e sostegno del Rimini Summer Pride 2018: a Regione Emilia-Romagna, Comuni di Rimini, Ravenna, Cesenatico, San Mauro Pascoli, Santarcangelo di Romagna, Misano Adriatico, si aggiunge il sostegno della Commissione Pari Opportunità della Repubblica di San Marino e i comuni di Gradara, Verucchio e San Giovanni in Marignano. Il Consiglio comunale di San Giovanni ha inoltre approvato all’unanimità un documento di pieno sostegno ai valori e alle battaglie della parità e dei diritti. “È molto importante che le istituzioni facciano da argine a una deriva culturale che sta risvegliando un’omofobia rabbiosa e violenta”, afferma Arcigay Rimini.

Sul fronte della società civile aderiscono all’iniziativa l’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), AGEDO (Associazione Genitori, Parenti e Amici di persone LGBTI), CGIL Rimini, ARCI, UAAR Rimini (Unione Atei e Agnostici Razionalisti), Arcigay Ravenna, Coordinamento Democrazia Costituzionale, Cuore e burlesque, Coordinamento Donne Rimini, Futura LGBTQI, Pride Off, Chiesa Pastafariana Italiana, Comitato Unioni Civili per San Marino, Comunità “Agnus Dei” (Affiliata alla Chiesa Cattolica Ecumenica di Cristo) ed il Coordinamento Regionale AIGA (Associazione Italiana Giovani Avvocati).

All’associazione riferisce che alla manifestazione di sabato arriveranno persone dalla Sicilia al Friuli-Venezia Giulia, da Germania, Belgio e Spagna all’altra sponda adriatica (Slovenia, Croazia). La camminata per i diritti sarà accompagnata da Classic Club, Buongiorno Classic, Tunga, Altromondo Studios, Tempesta DJ per Arcigay, ANPI, All-Makers e Pride Off.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

1 Comment on "Questa c’era sfuggita: Tajani che appoggia un gay-pride …degno erede dell’ormai inarrestabile decadimento berlusconiano"

  1. E’ stato raggiunto il fondo del precipizio!!!!!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*