Sai qual è la fake-news più grave? Che la Rete abbia inventato le fakenews!

Dopo il caso dell’intervista a Dijsselbloem, trasmessa da pandoratv e poi ripresa sul profilo Facebook dei 5 Stelle Europa, si è riaccesa la discussione sulle cosiddette fake news.

Il M5S viene considerato un “falsario di notizie” e così, conseguenzialmente, si vuole colpire l’intero governo.

Addirittura talk-show televisivo Stasera Italia di Rete4, Alessandra Ghisleri, nota sondaggista, ha affermato che “…menomale che ancora la maggioranza delle persone s’informa più con la televisione e con i social”. 

Che dire? Quattro cose.

Primo

Indubbiamente la scelta del Profilo del M5S di pubblicare un video senza un’adeguata verifica è stata un errore che non doveva essere fatto. A meno che ciò che nelle prossime ore dirà Giulietto Chiesa (direttore di pandoratv) non riserverà un’ulteriore sorpresa. Ma, stando a ciò che sappiamo ora, è stato un errore. Un errore, però,  che può capitare. Può capitare ai partiti, ma può capitare anche ai leader politici, si pensi al caso del segretario del PD, Martina, che non molto tempo fa accusò il governo giallo-verde di un provvedimento sui disabili che invece aveva fatto il governo Renzi.

Secondo

Le fake news sono sempre esistite. Da quando mondo è mondo. E precisiamo anche: da quando libro è libro. I testi scolastici sono pieni di fake news. A riguardo plaudiamo all’ottima campagna anti-disinformazione che sta facendo il quotidiano La Verità in merito ai testi adottati nelle scuole italiane.

Terzo

Dire -come ha fatto la Ghisleri- “…meno male che la maggioranza delle persone s’informa ancora con la televisione…” è cosa che mette a dura prova la pazienza anche di un eremita. Ma come si fa a dire che i media televisivi, radiofonici o di stampa finora siano stati obiettivi? Con quale coraggio? Queste persone da dove scendono? Da Marte? La Rai, ma anche le televisioni private, i giornali di tutti i colori (basti pensare a cosa sta scrivendo in questi mesi il quotidiano di Sallusti pur di far rimanere alta la bandiera sempre più bucata di Forza Italia)…. dicevamo: tutta questa compagnia bella finora come ha gestito l’informazione? In maniera obiettiva? Non lo crederebbe nemmeno un bambino che continua a credere in Babbo Natale!

Quarto

Il quarto punto -cari pellegrini- ciò che a noi deve interessare di più. La Rete dà tempo dà fastidio ed ecco perché viene demonizzata. Non che nella Rete non si dicano tante sciocchezze, anzi: se ne dicono moltissime! In numero certamente maggiore rispetto ai media tradizionali, se non altro perché è molto più vasta e diffusa. Per questo -ci permettiamo di dire- sbaglia anche chi nel mondo cosiddetto della “Tradizione Cattolica” si lascia con molta ingenuità sedurre da notizie non provate oppure si lascia andare ad affermazioni di “pancia”. Premesso questo, va detto che ciò dà fastidio della Rete è che è uno strumento senza controllo. Uno strumento che può utilizzare chiunque senza spese esorbitanti. A certi poteri (e non si tratta di cadere in ingenui complottismi per poterlo affermare) dà fastidio non possedere più il monopolio dell’informazione.

Insomma, la fake-news più grave forse è proprio dire che è la Rete ad avere inventato le fake news.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "Sai qual è la fake-news più grave? Che la Rete abbia inventato le fakenews!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*