SELEZIONE CATTOLICA – Foa: “…da diversi decenni la pace nel mondo non è mai stata così a rischio”

epa04381551 (FILE) Paratroopers of the US Army enter a helicopter at the training area in Grafenwoehr, Germany, 10 February 2014. US President Barack Obama has authorized the deployment of 405 additional US military personnel to secure the safety of diplomats in Baghdad, Iraq, the White House and Pentagon said 02 August 2014. The move came at the end of a day that saw an Islamic State terrorist purportedly behead a second US journalist, Steven Sotloff, according to an online video monitored by intelligence groups. The net increase in personnel securing the US embassy in Baghdad, however, will be only 350, since 55 troops in Iraq since June will be rotated outside Iraq to 'deal with other security contingencies in the region,' according to the Pentagon. EPA/ARMIN WEIGEL

FONTE: blog.ilgiornale.it

TITOLO: L’America allerta 150mila riservisti. Guerra in vista?

AUTORE: Marcello Foa

Sta per iniziare una vera guerra? I segnali che giungono in queste ore sono molto allarmanti. L’esercito americano sta inviando in queste ore a 150 mila riservisti delle lettere con un preavviso di mobilitazione. L’annuncio ufficiale del ministero della Difesa dovrebbe essere dato a breve, ma alcuni riservisti che hanno già ricevuto la missiva lo stanno raccontando ad amici e parenti, i quali iniziano a far circolare le notizia. Secondo queste indiscrezioni, provenienti dagli Stati Uniti, l’obiettivo del Pentagono sarebbe di poter disporre di questa forza entro un paio di settimane dall’annuncio della mobilitazione vera e propria. Il messaggio che viene lanciato in queste ore è chiaro: decisioni potrebbero essere imminenti, tenetevi pronti a partire.

Centocinquantamila riservisti: per fare cosa? Un attacco in grande stile alla Siria? Colpire prima Damasco e poi Teheran? In Corea del Nord? Purtroppo la sciagurata svolta di Donald Trump – che si è arreso ai neoconservatori facendo propria l’agenda strategica che in campagna elettorale aveva promesso di combattere – autorizza qualunque ipotesi. Anche quella più drammatica e sconvolgente di una guerra alla Russia di Putin.

E non è  un caso che Assad, il governo iraniano e il Cremlino in queste ore abbiano dichiarato che “l’attacco americano alla base siriana ha superato molte linee rosse * che da adesso in avanti “risponderemo con la forza a qualunque aggressione”.

Questo significa che Putin ha perso ogni speranza di raggiungere un accordo con Washington. E che si prepara agli scenari peggiori.

Attenzione, e mi angoscia molto scriverlo ma da diversi decenni la pace nel mondo non è mai  stata così a rischio.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri

Share on:

Be the first to comment on "SELEZIONE CATTOLICA – Foa: “…da diversi decenni la pace nel mondo non è mai stata così a rischio”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*